Giornata internazionale dell'ambasciata per gli extraterrestri


05 apr, 2022
 Nessuno    Europa

PastedGraphic_1.png

Giornata internazionale dell'ambasciata per gli extraterrestri: gli architetti raeliani presentano il progetto per la costruzione di un'ambasciata destinata ad accogliere visitatori provenienti da un altro pianeta

Giornata internazionale dell'ambasciata per gli extraterrestri: gli architetti raeliani presentano il progetto per la costruzione di un'ambasciata destinata ad accogliere visitatori provenienti da un altro pianeta

Las Vegas, 28 marzo 2022 - In occasione dell'ottava "Giornata internazionale dell'ambasciata per gli extraterrestri", prevista per il 2 aprile, il Movimento Raeliano Internazionale ha organizzato una serie di eventi allo scopo di presentare il progetto architettonico di un'ambasciata destinata ad accogliere i rappresentanti di una civiltà aliena. Nel corso di queste iniziative, il team di professionisti a capo del programma illustrerà quelle che sono le diverse fasi della sua tanto attesa realizzazione.

"Abbiamo raggiunto una tappa importante nel processo che ci condurrà alla sua costruzione", ha spiegato Daniel Turcotte, responsabile del progetto. Fino ad ora, avevamo presentato la bozza di un piano generale ed alcune illustrazioni per dare un impatto visivo alla nostra proposta, ma la sempre maggiore attenzione che si è venuta a creare nei confronti di questo progetto, ambizioso e unico nel suo genere, ha reso necessaria l'elaborazione di un piano più accurato per continuare le nostre discussioni con alcuni Paesi e organizzazioni nazionali, specifiche del settore, che desiderano attrarre investimenti stranieri sul proprio suolo", ha aggiunto Turcotte.

L'ambasciata per gli extraterrestri è il progetto di punta del Movimento Raeliano Internazionale, fondato da Rael nel 1974. Il suo scopo è quello di informare l'umanità circa il desiderio dei nostri creatori extraterrestri di tornare ufficialmente sulla Terra.

"Molto lavoro resta da fare prima che l'opera sia compiuta", ha dichiarato Turcotte, "perché siamo in una fase cruciale del progetto - la fase diplomatica - che ci permetterà di trovare un Paese che accetterà di sostenere ufficialmente e pubblicamente la proposta di un protocollo opzionale alla Convenzione di Vienna del 1961 sulle relazioni diplomatiche". Questa proposta prevede una clausola in caso di contatto da parte di una civiltà extraterrestre oppure nel caso in cui un Paese fosse disposto a promuovere una conferenza internazionale per la discussione di tale protocollo.

Turcotte ha spiegato che il suo obiettivo è quello di essere pronto ad accogliere questa civiltà extraterrestre non più tardi del 2035 e confida nel fatto che gli anni 2022-2023 saranno fondamentali in termini di sostegno diplomatico al progetto dell'ambasciata.

"I recenti sviluppi sono stati abbastanza promettenti", ha commentato Turcotte.

Il fenomeno UFO registra un crescente interesse presso l'opinione pubblica e anche diverse agenzie governative. Gli scienziati stanno finalmente riservando a questo tema l'attenzione che merita. Il numero di velivoli extraterrestri che appaiono nei cieli è aumentato esponenzialmente e, cosa più importante, in modo del tutto intenzionale da parte dei loro occupanti, che desiderano sensibilizzare la popolazione circa la presenza di visitatori provenienti da altri pianeti e preparare l'umanità a un prossimo contatto. È giunto il momento di accoglierli ufficialmente.

Programma:

- 30 marzo, 10-11:15 am EST - sessione informativa a cui sono invitati a partecipare tutti i rappresentanti del governo, i funzionari del turismo, i diplomatici e gli ambasciatori;

- 31 marzo, 10-10:45 am EST - sessione riservata esclusivamente ai giornalisti ufficialmente accreditati;

- 2 aprile, 10-11:15 am EST - sessione aperta al pubblico.

Per maggiori informazioni su questi eventi, visitate il sito: www.rael.org/ETembassyDay