Primo maggio: Il Movimento Raeliano Italiano celebra la fine del lavoro


26 apr, 2024
 Nessuno    Eventi

Screenshot_2024_04_26_19_57_20.png

La liberazione dall’attuale “stupidocrazia” politica grazie all’Intelligenza Artificiale



In occasione della festività del Primo maggio, i raeliani di tutto il mondo si apprestano a celebrare la Giornata internazionale del Paradismo e l’avvento di quelle tecnologie che saranno presto in grado di liberare gli esseri umani dalla schiavitù del lavoro e del denaro, offrendo loro la possibilità di vivere in una società dal futuro radioso.

"Lo sviluppo esponenziale dell'Intelligenza Artificiale (IA) a cui stiamo assistendo è un evento che tutti dovremmo accogliere con entusiasmo", dichiara Marco Franceschini, responsabile nazionale del Movimento Raeliano Italiano. "La sua rapida ascesa è il preludio non solo alla soppressione di ogni forma di lavoro che preveda l’impiego di manodopera umana, ma anche di quelle professioni di concetto che finora si pensava potessero sfuggire a questa poderosa rivoluzione tecnologica, che deve ormai considerarsi inevitabile e inarrestabile”.

Secondo Franceschini, il suo impiego in ambito politico potrebbe ben presto porre fine al controllo esercitato dai governi sulla popolazione.

“Per quanto il suo sviluppo sia ancora agli albori e le sue potenzialità ben lontane dall’essere completamente comprese, la capacità di un’IA nel suggerire soluzioni intelligenti e immaginare scenari alternativi si dimostra essere di gran lunga superiore a quella dell’essere umano medio, quindi delle persone chiamate a governarci, prive della benché minima lungimiranza e ancora guidate da emozioni e reazioni istintive”, sottolinea Franceschini. “Il fatto stesso che i nostri rappresentanti politici, di fronte all’evidenza dei fatti, insistano a vendere l'illusione di nuovi posti di lavoro sono la più bella dimostrazione di questi cervelli ancorati a sciocchi e primitivi paradigmi, che di fatto hanno instaurato una vera stupidocrazia”.

Come già timidamente prospettato in altri Paesi, auspichiamo anche in Italia l’avvento dei primi partiti politici guidati da un’IA.

“L’IA può rappresentare gli esseri umani meglio di quanto possa fare qualsiasi politico, perché il suo unico scopo sarà quello di aiutare le persone ad autogovernarsi e a prendere decisioni per il bene collettivo, non certo quello di perseguire egoistici interessi personali”, conclude Franceschini. "Presto, potremmo vivere in una società paradisiaca, se impediamo alle nostre paure di prendere il sopravvento e accogliamo con fiducia le nuove tecnologie e i benefici che esse sono già in grado di apportarci, oltre ogni immaginazione. Questi sono i principi alla base del Paradismo".

Il concetto di Paradismo è stato ideato da Rael, fondatore e leader spirituale del Movimento Raeliano Internazionale. La prima campagna ufficiale è stata lanciata nel 2009 e il suo obiettivo è quello di fare della Terra un paradiso. Basato sullo sviluppo delle nuove tecnologie e sulla loro applicazione in ogni aspetto della vita umana, il Paradismo è un sistema politico in cui la classe operaia e tutte le forme di manodopera umana sono sostituite da robot, nanobot, computer e intelligenze artificiali, decisamente più performanti di qualsiasi individuo. In tale contesto, gli esseri umani potranno dedicarsi unicamente al proprio sviluppo personale, oppure a fare ciò che li rende maggiormente felici, come creare, fare delle ricerche, studiare, praticare delle arti e molto altro ancora.