Politica

Rael si congratula con il Re dello Swaziland per i festeggiamenti del 40° anniversario


06 ott, 2008
 Nessuno    Politica


Un recente servizio della BBC ha criticato il Re dello Swaziland per lo stile sontuoso dei suoi festeggiamenti, affermando che "uno degli ultimi monarchi al mondo, Re Mswati III di Swaziland, ha organizzato una lussuosa festa per celebrare il suo 40° compleanno ed i 40 anni d’indipendenza dalla Gran Bretagna".

Mswati1Un recente servizio della BBC ha criticato il Re dello Swaziland per lo stile sontuoso dei suoi festeggiamenti, affermando che "uno degli ultimi monarchi al mondo, Re Mswati III di Swaziland, ha organizzato una lussuosa festa per celebrare il suo 40° compleanno ed i 40 anni d’indipendenza dalla Gran Bretagna".

Dopo aver ascoltato il servizio negativo, Rael ha inviato il proprio sostegno e congratulazioni a Sua Maestà, Re Mswati III.

Egli ha affermato quanto segue rispetto alle critiche a Mswati:

"Sono gli stessi critici neo-colonialisti che attaccano i leaders Africani ma che tacciono di fronte all'enorme quantità di soldi che vengono elargiti ad altri Capi di Stato – per esempio alla Regina ed al resto della Famiglia Reale inglese - nonostante ci siano migliaia di senzatetto nel Regno Unito".

Rael ha aggiunto: "Ovviamente, un Re nero è qualcuno che può essere ridicolizzato soltanto perché è nero, mentre ad una Regina bianca bisogna mostrare rispetto. Questo è il peggior esempio di come si usino due pesi e due misure".

Mswati è stato attaccato dai media per aver deciso di festeggiare quando la povertà, l’AIDS ed altri mali sono assai diffusi nel suo Paese, con i critici ad affermare che i soldi si sarebbero potuti spendere - e meglio - per qualcos’altro, specialmente per l’educazione, la salute e per salvare delle vite.

"Penso che la nazione abbia il diritto di celebrare i successi di questi ultimi 40 anni" ha affermato Percy Simeline, un portaparola del Governo della Gran Bretagna.

"I servizi giornalistici - occidentali - sullo Swaziland ed il suo Re sono alquanto ingiusti" ha affermato Ditalamane Hebie, Vescovo raeliano ed economista agricolo che insegna all’Università del Burkina Faso. "È come se non fosse consentito festeggiare in Africa, neanche per un Capo di Stato o un Re. Ma visitando questo Regno, si può vedere che il livello socio-economico delle infrastrutture nelle aree rurali dello Swaziland è di gran lunga migliore di qualsiasi altro Paese africano nel quale il regime politico ha continuato a tener legami con i precedenti poteri coloniali".

Hebie ha aggiunto: "La stampa sta deliberatamente mostrando questo regno - Swaziland - in modo negativo. Ma esso è attualmente un esempio ed un custode dell’autentica cultura e tradizione africana".
Più...