I Raeliani approvano la promozione dell'educazione sessuale su vasta scala da parte delle Nazioni Unite


27 set, 2009
 Nessuno    Insegnamenti

Una recente direttiva emessa dalle Nazioni Unite sta promuovendo l'insegnamento dell'educazione sessuale su vasta scala ai bambini fin dai 5 anni d’età.


Unesco Logo2

















Una recente direttiva emessa dalle Nazioni Unite sta promuovendo l'insegnamento dell'educazione sessuale su vasta scala ai bambini fin dai 5 anni d’età. Ovviamente, una decisione come questa suscita molte polemiche. :-)

È importante notare che questo rapporto contiene delle direttive che sono state messe a punto da un team di esperti, i quali hanno passato in rassegna più di 80 studi prima di trarre le loro conclusioni.

Secondo un articolo del 10 settembre pubblicato sul giornale inglese Daily Mail, la prima stesura dell'UNESCO il rapporto dell'UNESCO sollecita l'approccio a temi quali la masturbazione ed altri atti sessuali, l'aborto e le malattie sessualmente trasmissibili. Inoltre, si legge che alcune di queste indicazioni, incluse quelle sul piacere che si può ottenere con l'auto-stimolazione, sono raccomandabili fin dall'età di 5 anni.

Stando al rapporto, fin dall'età di 12 anni i bambini dovrebbero apprendere nozioni sull'aborto e la contraccezione. Le linee guida contenenti programmi sessuali specifici per quattro fasce di età saranno inviate, entro la fine di ottobre, alle autorità responsabili per l'educazione ovunque nel mondo.

Questo è esattamente ciò che Rael insegna come parte della filosofia raeliana fin dal dicembre del 1973. Il consiglio d’insegnare ai bambini tutto ciò che concerne la sessualità ci è stato trasmesso all’epoca dagli Elohim, i veri Creatori dell'umanità. Parleremo di questo più avanti, ma per ora concentriamoci sulle due principali argomentazioni contrarie a questa decisione da parte delle Nazioni Unite - che siamo sicuri avrete già indovinato quali essere. ;-)

Le due principali critiche a questo progetto possono essere così riassunte:
1) Come ha detto una donna, "quando si pensa a bambini innocenti della tenera età di cinque anni, fa veramente inorridire il fatto che queste direttive suggeriscano che si dovrebbero insegnare loro argomenti quali la masturbazione".
2) Come ha affermato un'altra donna, "è del tutto inappropriato e fa venir meno la responsabilità dei genitori. Sono i genitori che devono determinare il ritmo dell’insegnamento, non le autorità".
Si dovrebbero dire talmente tante cose per discutere appieno di questo argomento! Ma sostanzialmente, dato che sono i sistemi di valori di una persona/della società in vigore che decidono se qualcosa è buono o cattivo, quello su cui ci si dovrebbe interrogare sono questi sistemi di valori. I sistemi di valori dei Raeliani sono spesso abbastanza diversi da quelli degli altri, pur ritenendo nello stesso tempo molto preziosa la vita umana, ed in particolare la qualità della vita.

Per i Raeliani, quello che fa inorridire è che degli innocenti bambini siano sottomessi ad un dogma che li fa sentire in colpa o che fa provare loro vegogna in merito a qualcosa che è tanto naturale quanto mangiare o dormire – ed entrambe queste cose sono fatte anche per piacere, oltre che per necessità. Molti diranno che spetti ai genitori insegnare la sessualità al proprio figlio. I Raeliani non contestano il fatto che i genitori dovrebbero prendere parte a questa educazione, tuttavia la maggior parte dei genitori non insegna niente di realistico ai figli circa la sessualità. Il problema è che i genitori insegnano quello che è stato loro insegnato quando, in verità, la scienza ci sta dimostrando che la realtà è ben diversa. I nostri nonni non avevano accesso alla scienza, ma noi sì. E quando la scienza ci mostra qualcosa di diverso da quello che insegna un dogma religioso/sociale, allora abbiamo il dovere di cambiare i nostri punti di vista. I genitori che hanno paura di questo tipo di educazione sessuale sono stati loro stessi allevati da genitori i cui genitori hanno insegnato loro (ed i cui genitori hanno insegnato loro...) che il sesso serviva solo per procreare, qualcosa che la donna doveva sopportare per soddisfare suo marito ed altre primitive sciocchezze. Uff...che assurdità! Se sei una donna che sta leggendo, ricorda che questa è la stessa logica che ha fatto sì che le donne non potessero votare per secoli (e ancora accade). Bloccati sui loro vecchi punti di vista, i genitori ed i leader religiosi propagandano, a proposito del sesso, lo stesso vecchio dogma che ha fatto vergonare o spaventare miliardi di persone. Eliminando questa paura e questo senso di colpa inerente alla sessualità, dovrebbe diminuire in modo massiccio il numero di gravidanze indesiderate, di aborti e di malattie sessualmente trasmissibili. Quindi, quello che stanno facendo le Nazioni Unite è fantastico. Stanno seguendo la scienza invece che la tradizione ed i dogmi religiosi.

Insegnando ai bambini che esso è qualcosa di sporco, sacro, perverso, riservato solo alla procreazione... si aggrava il problema. Ignorare la realtà che la sessualità occupi un posto preponderante nella nostra vita, secondo solo al nutrirsi ed alla sopravvivenza, è proprio quello che distorce e devia la nostra percezione del sesso. Ci fa sentire colpevoli per qualcosa di meraviglioso. Questa mancanza di educazione è anche la causa principale delle gravidanze indesiderate, come pure della diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili. Nascondere la testa sotto la sabbia a proposito dell’argomento è ciò che conduce all'epidemia di AIDS in Africa, poiché il Papa e gli altri leader religiosi ignorano i dati scientifici e si aggrappano a dei dogmi vecchi e falsi che stanno uccidendo milioni di persone. :(

Se non fosse stato fonte di piacere, nessuno di noi esisterebbe. Nessuno dei nostri genitori ci avrebbe concepito se ciò non fosse stato piacevole. Così, criticare quel piacere per il piacere di farlo è una contraddizione, non pensate?

Ci sono anche sempre più statistiche che mostrano una diretta correlazione tra la repressione sessuale e la violenza. Più è povera la vita sessuale di una persona - o più è convinta che il sesso sia sporco o perverso - più ci sono probabilità che compia atti perversi o violenti. Vedi i preti pedofili...

Parlando di pedofilia, molte persone sosterranno che una tale educazione sessuale su larga scala potrebbe portare a queste terribili conseguenze. Al contrario, aiuterà a ridurre drasticamente questa malattia nelle persone! Quando cresciamo in un ambiente che è in armonia con ciò per cui l'essere umano è stato programmato, non ricerchiamo più un appagamento nascosto. Azioni terribili come lo stupro e la pedofilia si ridurrebbero moltissimo se chi perpetua tali crimini fosse cresciuto con un’opinione positiva del sesso. Ma nella maggior parte delle società, il sesso è considerato come una sorta di tabù, sporco, peccaminoso - o permesso solo tra marito e moglie di sesso opposto, unicamente per procreare, nessun controllo delle nascite, bla bla...

Considerando le cause della pedofilia e non i sintomi, non si può che sconfiggere questa terribile malattia. Quali sono le cause? Riconoscere il fatto che siamo stati creati per il piacere è il primo passo per capire ciò - e questo cambia tutto. Poiché tutto quello che facciamo, lo facciamo per il piacere. Ogni cosa. La buona cucina, un bel tramonto, il profumo di una rosa, ridere, la sensazione di una brezza fresca sul volto, persino pagare le tasse per evitare il dispiacere di andare in prigione o di essere multati....tutto. Ci sono così tanti piaceri disponibili attorno a noi! E certamente il sesso è uno dei più straordinari piaceri a cui possiamo attingere! La scienza sta realizzando, grazie a degli studi simili a quelli condotti in questo caso dalle Nazioni Unite, che la repressione sessuale conduce ad atti perversi, non viceversa.

Per concludere con le parole degli stessi Elohim, ecco un bel passaggio tratto dai Messaggi che hanno trasmesso a Rael 35 anni fa. Il consiglio qui riportato riguarda in modo specifico un argomento che ci riguarda tutti - un argomento che può aiutare l'umanità a raggiungere maggiormente il suo potenziale e gli esseri umani ad essere ancor più felici. E le persone felici non sono mai, mai violente… no? :-) Come potete leggere da queste parole dei nostri veri Creatori, la sensualità e la sessualità (che sono collegate tra loro ma che non sono sinonimi) sono profondamente spirituali in natura, poiché mente e corpo sono una cosa sola.

Potete scaricare gratuitamente questo ed altri libri dal presente sito. Ma per ora, assaporate la bellezza di passaggio. :)

"L'educazione sensuale è una delle cose più importanti, ed oggi praticamente non esiste. Tu risveglierai la mente del tuo bambino, ma risveglierai anche il suo corpo, perché il risveglio del corpo va di pari passo con il risveglio della mente. Tutti coloro che cercano di addormentare i corpi sono anche addormentatori delle menti.

I nostri Creatori ci hanno donato dei sensi perché ce ne servissimo. Il naso serve per odorare, gli occhi per vedere, le orecchie per sentire, la bocca per gustare e le dita per toccare. Bisogna sviluppare i propri sensi al fine di meglio gioire di tutto ciò che ci circonda e che i nostri Creatori hanno messo là perché ne gioissimo.

Un essere sensuale ha molte più possibilità di essere in armonia con l'infinito, perché lo percepisce senza aver bisogno di meditare o riflettere.

La meditazione e la riflessione permetteranno a l’essere in questione di comprendere meglio questa armonia e di farla irradiare attorno a sé, insegnandola.

Essere sensuale significa lasciare che l'ambiente dove ci si trova ci dia del piacere.

L'educazione sessuale è anch'essa molto importante, ma essa non insegna che il funzionamento tecnico degli organi e la loro utilità, mentre l'educazione sensuale deve insegnare come si possa avere del piacere dai propri organi, ricercandone solo il piacere, senza cercare forzatamente di utilizzare i propri organi per il loro scopo utilitario.

Non dire niente ai propri figli in merito al sesso è male, spiegare loro a cosa serve è meglio ma non è ancora sufficiente. Bisogna loro spiegare come possano servirsene per trarne piacere.

Spiegare loro unicamente a cosa serve è come se si parlasse loro della musica dicendo che serve a marciare al passo o altre sciocchezze, o che saper scrivere serve solo a fare delle lettere di reclamo, o che il cinema serve soltanto a dare dei corsi audio-visivi. Fortunatamente, grazie agli artisti ed al risveglio dei sensi, si può trarre del piacere ascoltando, leggendo o guardando delle opere che non sono fatte per nient'altro che per dare del piacere. Per il sesso è la stessa cosa. Esso non serve solamente a soddisfare dei bisogni naturali o ad assicurare la riproduzione, ma anche a dare del piacere agli altri e a se stessi. Finalmente siamo usciti, grazie alla scienza, dai tempi in cui mostrare il proprio corpo era un peccato ed ogni accoppiamento portava con sé la sua punizione: la concezione di un bambino.

Adesso, grazie alle tecniche anticoncezionali, l'unione sessuale è possibile liberamente senza che essa diventi un impegno definitivo o possa esserlo. Tu insegnerai questo al tuo bambino, senza vergogna ma, al contrario, con amore, spigandogli bene che egli è fatto per essere felice e per sbocciare pienamente, vale a dire per godere della vita con tutta la forza dei suoi sensi, di tutti i suoi sensi.

Non avrai mai vergogna del tuo corpo o della tua nudità, perché niente dispiace più ai nostri Creatori che vedere coloro che essi hanno creato avere vergogna dell'aspetto che è stato dato loro.

Insegnerai ai tuoi figli ad amare il loro corpo, come bisogna amare ciscuna parte della creazione degli Elohim, perché amando la loro creazione è ugulmente loro che si amano.

Ciascuno dei nostri organi è stato creato dai nostri padri, gli Elohim, affinché ce ne servissimo senza avere la minima vergogna, ma essendo felici di far funzionare ciò che è stato fatto per funzionare. E se il fatto di fare funzionare uno di questi organi porta del piacere, è perché i nostri Creatori hanno voluto che noi provassino del piacere nel servircene.

Ogni uomo è un giardino che non deve rimanere incolto. Una vita senza piacere è un giardino incolto...".

Tratto dal libro Il Messaggio degli Extraterrestri. Scaricabile gratuitamente da questo sito... e godetevi una vita piena di piacere e senza sensi di colpa, purché sia sempre con adulti consenzienti, purché ci sia rispetto dei reciproci gusti e desideri, e purché si ricerchi sempre la felicità di quelli che pretendiamo di amare.

Mmmmm... l'amore. :-)

Ricky Roehr, Guida Raeliana, responsabile per il Nord America