Clitoraid lancia "la settimana internazionale di sensibilizzazione sul clitoride"


06 mag, 2013
 Nessuno    Mondo

"Clitoraid è orgogliosa di annunciare il suo primo appuntamento a scadenza annuale con la settimana internazionale di sensibilizzazione sul clitoride: dal 6 al 12 maggio 2013", ha dichiarato Nadine Gary, portavoce di Clitoraid, in una nota ufficiale rilasciata questa mattina.


clitoraid_logo.jpg

"Clitoraid è orgogliosa di annunciare il suo primo appuntamento a scadenza annuale con la settimana internazionale di sensibilizzazione sul clitoride: dal 6 al 12 maggio 2013", ha dichiarato Nadine Gary, portavoce di Clitoraid, in una nota ufficiale rilasciata questa mattina.

"I nostri primi sei anni di attività umanitaria si sono concentrati sulla ricostruzione chirurgica dei clitoridi delle donne vittime di mutilazioni genitali e il prossimo 8 ottobre verrà inaugurato il primo ospedale al mondo realizzato a questo scopo", ha detto la Gary. "Quest'anno, festeggeremo il piacere sessuale di tutte le donne, dal momento che tutte le donne possono trarre beneficio da un maggiore appagamento sessuale".

Ella afferma che un'altra delle missioni di Clitoraid è di sensibilizzare l'opinione pubblica in merito al clitoride.

"Questo bellissimo organo è stato ignorato, vilipeso, considerato peccaminoso e vergognoso per troppi secoli, a causa dell'influenza che i valori religiosi patriarcali esercitano sulla società", ha ricordato la Gary. "E' tempo di restituire al clitoride tutta l’attenzione che merita in quanto unico organo umano con un’esclusiva funzione di piacere sessuale".

Ella ritiene che non sia necessario andare molto lontano nella storia per comprendere perché le donne occidentali portino ancora con sé il marchio infamante del senso di colpa.

"Nel XIX secolo, la 'ninfomania' era considerata una malattia - ha spiegato la Gary - e forse lo è ancora! La masturbazione era causa di ittero, cecità e morte prematura. Inoltre, i medici ritenevano che l'eccitazione sessuale distruggesse l'equilibrio mentale di una donna. Il clitoride fu identificato come la fonte di questi ed altri presunti problemi e, nel 1865, il presidente della British Medical Society raccomandò l'escissione del clitoride come terapia a malattie come l'epilessia e l’isteria. Sorprendentemente, gli scienziati non fecero accurate ricerche sul clitoride fino al XXI secolo! Più precisamente, questa conquista avvenne solo otto anni fa, quando la dott.ssa Helen O'Connell, un’urologa di Melbourne, in Australia, fece una completa e accurata mappatura di questo organo femminile in tutto il suo voluttuoso splendore, utilizzando un dispositivo di risonanza magnetica.

La Gary ha sottolineato come il clitoride vanti più terminazioni nervose di qualsiasi altro organo del corpo umano: circa 8000 (il pene ne ha circa 5.000).

"Lo studio della dott.ssa O'Connell mostra che il clitoride raggiunge gli otto centimetri di lunghezza", ha spiegato la Gary. "Esso si compone di uno spesso e altamente sensibile tessuto erettile, avvolto intorno alla vulva come due magnifici archi erogeni. Questo spiega perché è possibile ricostruire chirurgicamente un clitoride il cui apice è stato mutilato".

In occasione della settimana di sensibilizzazione sul clitoride, Clitoraid invita tutte le donne a organizzare degli eventi speciali.

"Che sia attraverso lezioni didattiche, mostre d'arte, canzoni, danze o serate per sole donne dove condividere esperienze e conoscenze, ogni donna può festeggiare la sua bellezza sessuale nel modo in cui sceglie", ha concluso la Gary". "Esprimere la propria sessualità contribuisce a sviluppare l'equilibrio interiore e l'autostima. Celebriamo quindi il clitoride in tutta la sua gloria, liberandolo da ogni sentimento di vergogna e senso di colpa".