Centinaia di Raeliani si ritroveranno a Torino per celebrare la nuova libertà


11 dic, 2009
 Nessuno    Insegnamenti

"Il 12 e 13 dicembre prossimi, centinaia di Raeliani provenienti da tutta Europa si riuniranno a Torino per festeggiare la recente liberazione della loro leader iraniana da parte del Governo turco ed il 36° Anniversario della creazione del Movimento Raeliano, che rappresenta anch'esso un'altra forma di liberazione", spiega Marco Franceschini, leader del Movimento Raeliano in Italia.


simbolo6550.jpg Symbol61"Il 12 e 13 dicembre prossimi, centinaia di Raeliani provenienti da tutta Europa si riuniranno a Torino per festeggiare la recente liberazione della loro leader iraniana da parte del Governo turco ed il 36° Anniversario della creazione del Movimento Raeliano, che rappresenta anch'esso un'altra forma di liberazione", spiega Marco Franceschini, leader del Movimento Raeliano in Italia.

"La base della filosofia Raeliana è la libertà", aggiunge Marco Franceschini. "Essere Raeliano vuol dire essere libero dalle catene imposte da un'educazione deista. Che si sia Cristiani o Musulmani, le persone vivono nella continua paura dell'inferno e trasformano la loro stessa vita in un inferno. Per noi Raeliani il nostro paradiso è qui ed ora, e grazie alla scienza saremo presto in grado di vivere in questo paradiso per sempre, purché i credenti in Dio non lo impediscano".

Il responsabile raeliano italiano spiega che il Governo iraniano è uno dei più begli esempi di come una teocrazia possa alienare le persone. Negar Azizmoradi, la leader raeliana in Iran, è stata costretta a fuggire dal suo Paese in cui rischiava una condanna a morte per essersi dichiarata atea. "L'Italia non dovrebbe puntare il dito sull'Iran senza prima guardare tra le proprie mura", egli aggiunge. "La nostra vita in Italia è avvelenata dalla Chiesa cattolica, che impone i simboli della sua filosofia di sofferenza ad ogni angolo. Abbiamo un gran lavoro da fare in questo Paese per insegnare la felicità e liberare le persone dalla paura di Dio".

Il 12 e 13 dicembre, la Convention europea del Movimento Raeliano si terrà a Torino, presso l'Hotel Atlantic. Il programma comprende degli esercizi pratici, delle feste e dei battesimi, dato che il 13 dicembre è una delle quattro date durante l'anno in cui può essere effettuata la Trasmissione del Piano Cellulare - il Battesimo raeliano - che permette alle persone di riconoscere gli Elohim come loro Creatori e Rael come loro messaggero.

Più di 70.000 persone in 104 Paesi hanno già deciso di aiutare Rael nella sua missione: diffondere ovunque il messaggio che ha ricevuto dagli scienziati che ci crearono, liberare l'umanità dal mito di Dio e costruire un'ambasciata nella quale i nostri Creatori extraterrestri potranno ritornare ufficialmente.