RAEL chiede di boicottare il Ghana


07 set, 2006
 Nessuno    Politica

In seguito alla decisione del Governo del Ghana di proibire un convegno internazionale di lesbiche ed omosessuali previsto ad Accra per la fine di settembre 2006, RAEL, leader spirituale e fondatore del Movimento Raeliano Internazionale, invita i suoi migliaia di membri, tutti i gay e le lesbiche del mondo così come ogni persona desiderosa di vedere i Diritti dell'Uomo rispettati su questo pianeta, a boicottare ogni prodotto "made in GHANA" e a cancellare questo paese dalla loro lista di destinazioni turistiche.


In seguito alla decisione del Governo del Ghana di proibire un convegno internazionale di lesbiche ed omosessuali previsto ad Accra per la fine di settembre 2006, RAEL, leader spirituale e fondatore del Movimento Raeliano Internazionale, invita i suoi migliaia di membri, tutti i gay e le lesbiche del mondo così come ogni persona desiderosa di vedere i Diritti dell'Uomo rispettati su questo pianeta, a boicottare ogni prodotto "made in GHANA" e a cancellare questo paese dalla loro lista di destinazioni turistiche.
Questa decisione di proibire un congresso gay e lesbico è discriminatoria ed inaccettabile e non può non essere denunciata.
Vorremmo ricordare ai leader del Ghana che l'omosessualità, in tutte le sue forme, era riconosciuta e praticata liberamente prima della colonizzazione, ed era un termine dalla connotazione positiva utilizzato in vari linguaggi ed in molte nazioni Africane quali l'Angola (Quimbandas e Wawihé), la Nigeria (Haoussa), il Cameroun (Baphia), ecc... Anche nella tradizione africana "Pre-Cristiana" ed in quella Pre-Coloniale, gli omosessuali e gli ermafroditi venivano rispettati e venerati.
Ognuno/a di noi ha il diritto di fare ciò che desidera con il proprio corpo, se lo ritiene opportuno. Ognuno deve poter vivere una vita in armonia con i propri gusti e le proprie naturali attrazioni. L'orientamento sessuale è genetico ed i leader del Ghana dovrebbero saperlo. Colpevolizzare gli omosessuali per il fatto di essere omosessuali, è tanto stupido quanto colpevolizzare un gatto per il fatto di essere un gatto, o un Africano per il fatto di essere Africano!
Fin dalla sua fondazione, il Movimento Raeliano ed il Profeta RAEL ha incluso nella sua missione la difesa delle minoranze, qualsiasi esse siano, razziali, religiose o sessuali, perché esse sono l'espressione fondamentale della diversità voluta dai nostri Creatori, gli Elohim.
Il Movimento Raeliano Internazionale riafferma il proprio totale sostegno agli organizzatori del congresso lesbico ed omosessuale in Ghana, e chiede l'immediata e incondizionata cancellazione di questo divieto oltre all'impegno di assicurarne un sicuro svolgimento.