Come evitare un mondo democraticamente vetrificato?


30 gen, 2006
 Nessuno    Politica

Miami, 27 gennaio 2006 - Hamas, movimento di resistenza islamica, sembra aver realizzato una vittoria stupefacente nelle elezioni parlamentari palestinesi di questo mercoledì.


HamasMiami, 27 gennaio 2006 - Hamas, movimento di resistenza islamica, sembra aver realizzato una vittoria stupefacente nelle elezioni parlamentari palestinesi di questo mercoledì. Secondo i risultati preliminari, Hamas ha vinto in 76 seggi, il che gli assicura la maggioranza di 132 seggi alla Camera. Un’elezione democratica ha posto della gente favorevole alla guerra alla testa dello Stato Palestinese.
Rael, leader e fondatore del Movimento Raeliano (www.rael.org), ha dichiarato:

«È esattamente come avevo previsto molto tempo fa. Noi giungiamo ad un punto in cui esiste un conflitto impossibile da risolvere fra \"democrazia\" e pace. Il preteso \"mondo civilizzato\" crede ed esclama a voce alta che la democrazia conduce necessariamente alla pace... ma le libere elezioni in Palestina dimostrano che la democrazia può mettere al potere gente favorevole alla guerra. È accaduto tempo fa con Adolf Hitler... ed ora ne prendiamo atto ancora una volta. Presto rivedremo verificarsi la stessa situazione in Irak ed in molti altri paesi. La democrazia non funziona mai come vorrebbe l’Occidente...

Così, gli Stati Uniti e l’ONU si trovano adesso di fronte ad una scelta obbligata : o rifiutare i risultati \"democratici\", ed allo stesso tempo riconoscere che la \"democrazia\" non funziona ed è addirittura pericolosa, o accettare i risultati, aderendo ai valori \"democratici\", e sostenere allo stesso tempo il diritto all’espressione democratica delle genti di andare dritti verso una guerra voluta democraticamente... La democrazia, in Israele ed in Palestina, mette obbligatoriamente al potere delle persone desiderose di distruggere l’altra nazione. La guerra è dunque inevitabile. Così, se il \"dio\" democrazia deve assolutamente regnare, allora fare la guerra diviene un fatto democraticamente voluto. Successivamente, il mondo intero, ipnotizzato dal concetto stesso di \"democrazia\" incontestata, dovrà accettare e sostenere questa guerra, poiché la democrazia decreta che tutto il mondo democratico deve sostenere le decisioni democratiche delle nazioni. Allora, noi ci troviamo sul cammino dell’annientamento totale dell’Umanità. Se ciò che è vero per Israele e Palestina viene applicato, ad esempio, ad un conflitto fra Cina e Stati Uniti, allora ci sarà una guerra nucleare democraticamente voluta, accettata e desiderata dalle due nazioni. In tal modo il mondo intero verrà \"democraticamente\" vetrificato.

La sola soluzione è quella raccomandata dai nostri creatori, gli Elohim: sostituire la democrazia con un sistema più avanzato di democrazia selettiva chiamato \"Geniocrazia\". Progressivamente, la Geniocrazia diverrà la sola soluzione per salvare il mondo. Come diceva Herman Goering, nell’ambito di una democrazia selvaggia, come quella che abbiamo al giorno d’oggi, \"qualunque sia il regime politico, se incitate la gente a sentirsi minacciata e create la paura, questa stessa gente sosterrà democraticamente la guerra\". Fino a quando regneranno sul mondo i media ed i politici che guadagnano soldi diffondendo la paura, la democrazia continuerà a mettere al potere delle persone favorevoli alla guerra, persone come Adolf Hitler, George Bush, Ariel Sharon o Hamas... Solamente quando la democrazia selettiva contribuirà a mettere al potere dei saggi che hanno come scopo il bene dell’umanità intera ed una non-violenza assoluta, insensibili alle paure inculcate dai media ed alle campagne dei politici, solo allora l’Umanità sarà salva. Questa democrazia selettiva possiamo chiamarla Geniocrazia».