Rael applaude la posizione dell'UNESCO a favore di una precoce educazione sessuale per i bambini


22 set, 2009
 Nessuno    Politica

LAS VEGAS, 18 settembre - Rael, fondatore e leader del Movimento Raeliano Internazionale, ha espresso il proprio sostegno alla bozza del controverso rapporto stilato dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) che si dice favorevole ad una precoce educazione sessuale per i bambini.


EducationLAS VEGAS, 18 settembre - Rael, fondatore e leader del Movimento Raeliano Internazionale, ha espresso il proprio sostegno alla bozza del controverso rapporto stilato dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) che si dice favorevole ad una precoce educazione sessuale per i bambini. Egli ha inoltre manifestato apprezzamento per il lavoro svolto da Mark Richmond, coordinatore mondiale per l'UNESCO in materia di HIV e AIDS, fautore di questo documento le cui linee guida sono state compilate da un team di esperti che hanno consultato più di 80 studi prima di giungere alle loro conclusioni.

"Questo accurato rapporto scientifico esprime esattamente gli stessi valori dalla filosofia del Movimento Raeliano", ha dichiarato Rael in una nota ufficiale rilasciata questa mattina.

Secondo un articolo apparso il 10 settembre sulle pagine del Britain´s Daily Mail, il rapporto dell'UNESCO sollecita l'approccio a temi quali la masturbazione ed altri atti sessuali, l'aborto e le malattie sessualmente trasmissibili. Inoltre, si legge che alcune di queste indicazioni, incluse quelle sul piacere che si può ottenere con l'auto-stimolazione, sono raccomandabili fin dall'eta di 5 anni.
Stando al rapporto, fin dall'età di 12 anni i bambini dovrebbero apprendere nozioni sull'aborto e la contraccezione. Le linee guida contenenti programmi sessuali specifici per quattro fasce di età saranno inviate, entro la fine di ottobre, alle autorità responsabili per l'educazione ovunque nel mondo.

"La filosofia raeliana ha sempre consigliato d'impartire ai bambini lezioni di educazione sessuale, così come scritto nel messaggio che fu affidato a Rael dagli Elohim, gli evoluti scienziati extraterrestri che sono i veri creatori dell'umanità", ha dichiarato Brigitte Boisselier, portavoce del Movimento Raeliano. "I Raeliani si rallegrano del fatto che le massime autorità delle Nazioni Unite interpellino finalmente degli esperti e che dei bambini possano ricevere quegli strumenti di cui avranno bisogno per poter vivere con serenità e consapevolezza un momento così importante della loro vita".

Brigitte Boisselier ha aggiunto che eliminare la paura ed i sensi di colpa legati alla sessualità è uno degli obiettivi dell'insegnamento di Rael e che le linee guida dell'UNESCO non solamente permetteranno ai giovani di raggiungere questo scopo, ma ridurranno drasticamente il numero delle gravidanze indesiderate, degli aborti e la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili. "Tutto questo aiuterà i bambini anche a difendersi da soli dai pedofili, avendo una maggiore consapevolezza di ciò che accade intorno a loro".

Rispondendo poi alle critiche sollevate in merito a questo documento, secondo le quali i bambini piccoli non dovrebbero ricevere alcuna educazione sessuale, Brigitte Boisselier ha dichiarato:

"Per i Raeliani, è terrificante vedere dei bambini innocenti provare vergogna e sensi di colpa a causa dei dogmi che vengono loro insegnati circa il sesso e la sessualità, ovvero qualcosa di tanto naturale quanto mangiare o dormire. Nascondere la testa sotto la sabbia quando si parla di educazione sessuale è proprio ciò che permette la diffusione nel mondo non solo dell'AIDS, ma anche delle molte sofferenze psicologiche di tutti quegli adolescenti, ed adulti, che non possono vivere pienamente la propria vita perchè il Papa, ed altri leader religiosi, ripetono incessantemente che ciò è sbagliato. I leader religiosi ignorano i dati scientifici e sostengono concetti falsi ed obsoleti da ormai troppo tempo per non essere considerati responsabili dell'inutile morte e sofferenza di milioni di persone in tutto il mondo!".

Per maggiori informazioni, visitare i siti www.raelianews.org, www.nopedo.org e www.raelsgirls.org.