Clitoraid denuncia la decisione del governo tedesco di mantenere nella legalità le mutilazioni genitali dei bambini maschi


20 dic, 2012
 Nessuno    Insegnamenti

Las Vegas, 14 dicembre – “Infliggere una menomazione fisica è contrario ai diritti fondamentali di ogni bambino e non è possibile giustificare un paese cosiddetto civile come la Germania che permette ai suoi neonati maschi di essere legalmente e facilmente mutilati”, ha dichiarato Nadine Gary, portavoce di Clitoraid.


clitoraid_logo.jpg

Las Vegas, 14 dicembre – “Infliggere una menomazione fisica è contrario ai diritti fondamentali di ogni bambino e non è possibile giustificare un paese cosiddetto civile come la Germania che permette ai suoi neonati maschi di essere legalmente e facilmente mutilati”, ha dichiarato Nadine Gary, portavoce di Clitoraid. Si riferisce alla circoncisione maschile, in genere eseguita su bambini di sesso maschile senza avere preventivamente il loro permesso.

Clitoraid è un'organizzazione privata senza scopo di lucro fondata nel 2006 su ispirazione di Rael, leader spirituale del Movimento Raeliano (rael.org), il cui scopo è quello di porre fine alle mutilazioni genitali femminili (MGF) offrendo un intervento gratuito di ricostruzione del clitoride alle vittime di questo atto barbaro. Ora, l'organizzazione sollecita la fine in tutto il mondo delle mutilazioni genitali, anche quelle che riguardano i bambini maschi.

“Il 28 novembre, le Nazioni Unite hanno approvato una risoluzione che condanna tutte le argomentazioni culturali e religiose a favore delle Mutilazioni Genitali Femminili, in quanto il fatto costituisce una grave violazione dei diritti dei bambini”, ha detto la Gary. “Ma come può l'ONU vietare le mutilazioni genitali femminili e non denunciare anche le mutilazioni genitali maschili? Vuol dire esentare alcune religioni dal rispetto dei diritti dei bambini maschi?”.

La Gary ha detto che secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il 30% dei maschi in tutto il mondo sono circoncisi.

“Questo significa che miliardi di persone sono state mutilate senza il loro consenso”, ha sottolineato.

Brigitte Boisselier, Ph.D., direttrice di Clitoraid, ha affermato che la mutilazione di un bambino o un neonato in nome di un dio è inaccettabile.

“E' stato fatto per secoli, con il pretesto che un dio lo avesse richiesto, ma nessuna religione dovrebbe arrogarsi il diritto di mutilare dei neonati o dei bambini che non possono dare il proprio consenso informato”, ha detto. “Stiamo costruendo un ospedale in Africa, in procinto di aprire il prossimo anno, in cui le donne vittime di MGF potranno sottoporsi a un intervento chirurgico ricostruttivo in modo del tutto gratuito. E grazie a Clitoraid, altre migliaia possono trovare sollievo in molte cliniche in Nord America. Ma stiamo ricevendo anche centinaia di e-mail da uomini circoncisi, desiderosi di porre rimedio alla loro mutilazione. Anche loro hanno bisogno di aiuto! Così come Rael ha più volte dichiarato, è urgente che tutte le antiche scritture siano riviste da un comitato indipendente per i diritti umani, in modo che le pratiche di tutti i gruppi religiosi siano in accordo con la Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo”.


 




Questa notizia è daRaelianews
https://it.raelianews.org/clitoraid-denuncia-la-decisione-del-governo-tedesco-di-mantenere-nella-legalita-le-mutilazioni-genitali.html