Dobbiamo alzarci in piedi contro l'odio


19 lug, 2007
 Nessuno    Insegnamenti

Abbiamo ricevuto la seguente e-mail che vale sicuramente la pena leggere...


Fanatics Abbiamo ricevuto la seguente e-mail che vale sicuramente la pena leggere... Di seguito, il commento di Rael.

"Un uomo, la cui famiglia apparteneva all'aristocrazia tedesca prima della Seconda Guerra Mondiale, possedeva un gran numero d'industrie e di terreni. Quando gli fu chiesto quanti Tedeschi fossero veramente dei Nazisti, la risposta che egli diede può farci riflettere sulle nostre convinzioni nei confronti del fanatismo. "Pochissime persone furono dei veri Nazisti - disse - ma molti furono soddisfatti del ritorno dell'orgoglio tedesco, e molti altri erano troppo occupati per interessarsene. Io ero uno di coloro che pensavano che i Nazisti fossero solo un gruppo di pazzi. Quindi, la maggioranza non fece altro che sedersi e lasciare che tutto accadesse. Poi, prima che ce ne accorgessimo, eravamo diventati di loro possesso, perdendo ogni controllo. Era l'inizio della fine del mondo. La mia famiglia perse tutto. Io finii in un campo di concentramento e gli Alleati distrussero le mie fabbriche". Ci sentiamo sempre dire da "esperti" ed "intellettuali" che l'Islam è la religione della pace e che la stragrande maggioranza dei Musulmani vuole solo vivere in pace.

Anche se questa categorica affermazione fosse vera, è completamente irrilevante. È polvere insignificante, usata per farci sentire bene e diminuire in qualche modo lo spettro di fanatici che vanno su tutte le furie nel nome dell'Islam. Il fatto è che i fanatici dominano l'Islam in questo momento della storia.
[i]Sono i fanatici che marciano.
Sono i fanatici che alimentano ognuna delle 50 guerre in tutto il mondo.
Sono i fanatici che macellano sistematicamente Cristiani o gruppi tribali in tutta l'Africa e gradualmente stanno invadendo l'intero continente in una vera e propria ondata islamica.
Sono i fanatici che bombardano, decapitano, assassinano od uccidono in nome dell'onore.
Sono i fanatici che costruiscono moschea dopo moschea.
Sono i fanatici che condannano scrupolosamente alla lapidazione e all'impiccagione le vittime di stupro e gli omosessuali.

Il fatto incontestabile è che la "maggioranza pacifica", la "maggioranza silenziosa" è intimidita e disinteressata. La Russia comunista comprendeva i Russi che volevano solo vivere in pace, tuttavia i comunisti russi furono responsabili dell'uccisione di circa 20 milioni di persone. La maggioranza pacifica non ebbe voce in capitolo. Anche l'enorme popolazione della Cina era pacifica, ma i comunisti cinesi riuscirono ad uccidere 70 milioni di persone. Il Giapponese medio prima della Seconda Guerra Mondiale non era un fanatico della propaganda di guerra. Tuttavia, il Giappone si aprì la strada verso l'Asia orientale e meridionale in un'orgia di omicidi che hanno incluso l'assassinio sistematico di 12 milioni di civili cinesi, la maggior parte uccisa da spade, pale e baionette.
E chi può dimenticare il Ruanda, che collassò in una strage... Non si potrebbe forse dire che la maggioranza dei Ruandesi erano "amanti della pace"? Le lezioni di storia sono spesso incredibilmente semplici e nude, tuttavia per tutta una serie di ragioni, spesso non riusciamo a cogliere il più elementare e semplice dei punti: i Musulmani amanti della pace sono stati messi in disparte dal loro stesso silenzio. I Musulmani amanti della pace diverranno il nostro peggior nemico se essi non alzeranno la voce, perché - come il mio amico tedesco - si sveglieranno un giorno e scopriranno di essere posseduti dai fanatici, e sarà l'inizio della fine del mondo.
Tedeschi, Giapponesi, Cinesi, Russi, Ruandesi, Serbi afgani, Iracheni, Palestinesi, Somali, Nigeriani, Algerini e molti altri sono morti perché la maggioranza pacifica non alzò la voce fino a quando non fu troppo tardi. La stessa cosa vale per noi che guardiamo accadere tutto ciò; dobbiamo fare attenzione all'unico gruppo che davvero conta: i fanatici che minacciano il nostro modo di vivere.
Alla fine, anche a rischio di offendere qualcuno, chiunque dubiti che il problema sia serio e cancella questa e-mail senza rispedirla, può contribuire alla passività che permette al problema di diffondersi. Quindi, espandi un poco i tuoi interessi e spedisci questa email ancora... e ancora... e ancora!! Speriamo che migliaia, in tutto il mondo, la leggano - ci pensino - e la spediscano... ancora".

Rael ha rilasciato il seguente commento:

"Questo vale anche per le persone che non muovono un dito quando i fanatici contro la libertà religiosa attaccano le minoranze religiose da loro chiamate 'sette' o 'culti'... è responsabilità di ogni essere umano alzarsi in piedi contro il fanatismo e l'odio, e non restare a guardare pensando che in fondo non è così male... Questo si applica specialmente quando i giornalisti osano attaccare le minoranze religiose che loro chiamano 'sette' e la dignità dei loro membri. I veri esseri umani devono alzarsi in piedi e devono dire: 'No, lei non può fare ciò'... Ci vuole coraggio per alzarsi, sì... ma è l'unico modo per non scoprire più tardi di essere stati responsabili collettivamente, dicendo 'noi non sapevamo'... Un grande pensatore disse giustamente: 'Io non sono d'accordo con la tua opinione, ma lotterò fino alla fine perché tu abbia la libertà di esprimerla'. Quindi, prima d'inviare questa comunicazione a tutti i tuoi amici,
poniti la domanda: rimani seduto mentre i crimini contro i diritti umani vengono pensati e realizzati, ridendo stupidamente delle strane teorie di questi culti bizzarri e pensando 'in un certo senso essi meritano di essere insultati, perché le loro credenze sono così strane' o ti alzi in piedi prima che sia troppo tardi?".