17 maggio 2009 Giornata Mondiale Contro l’Omofobia


30 apr, 2009
 Nessuno    Politica

La Giornata Mondiale Contro l’Omofobia’ vuole essere un richiamo per la coscienza di tutti i cittadini e, in particolar modo, di coloro che si sentono inclini a canoni di stampo tradizionalista, ciechi e sordi alla vita reale del giorno d’oggi.


La Giornata Mondiale Contro l’Omofobia’ vuole essere un richiamo per la coscienza di tutti i cittadini e, in particolar modo, di coloro che si sentono inclini a canoni di stampo tradizionalista, ciechi e sordi alla vita reale del giorno d’oggi.

L’omofobia è semplicemente una conseguenza negativa delle tradizioni e trae origine da pregiudizi che non hanno alcun riscontro scientifico. Fin dall’infanzia, passando attraverso i canali dell’educazione, della scuola e della cultura, le persone si sono configurate in un programma individuale che rispecchia fedelmente il pensiero della collettività fatto di pregiudizi sostenuti con forza dalle gerarchie ecclesiastiche e politiche in diversi paesi, tra i quali l’Italia che è uno stato omofobico per antonomasia! La società del terzo millennio necessita di nuove visioni per trovarsi preparata a mettere in pratica quei cambiamenti che emergono spontaneamente dalla nostra evoluzione.

Non è un caso se oggi assistiamo con sempre maggiore frequenza all’approvazione di leggi a tutela dei diritti civili e delle diversità sessuali.
Il progressivo risveglio del fenomeno gay attraverso pacifiche lotte sociali svolte dalle numerose Associazioni LGBT, sta ampiamente contribuendo al cambiamento della coscienza planetaria. Anche se sono ancora molti i paesi che condannano severamente l’omosessualità (alcuni con la pena capitale), i Governi più progrediti si stanno mobilitando nel rispetto delle linee guida della Carta Universale dei Diritti dell’Uomo per raggiungere un’effettiva democratizzazione, e sono un esempio di apertura per i paesi inadempienti, lontani anni luce da una visione globale in cui ogni essere umano, senza distinzioni, possa rivendicare i propri Valori e i propri Diritti.

Con l’immediata apertura a favore della Depenalizzazione dell’Omosessualità e dell’estensione dei diritti civili firmata all’ONU dal presidente americano Barak Obama, anche gli Stati Uniti tengono alto quello spirito libertario che li contraddistingue come la più grande democrazia mondiale, messa in passato costantemente a rischio dalla pessima e criminale politica di George Bush .
L’omosessualità esiste da sempre presso molte specie viventi, insetti e volatili, nei regni animale e marino e nell’essere umano, esprimendosi attraverso quello che si può definire un “codice sessuale genetico naturale”. Mancano purtroppo i finanziamenti per la ricerca sull’origine genetica dell’omosessualità che andrebbe a smentire in maniera inconfutabile ciò che il Potere conservatore si ostina a ribadire, cioè che essere gay è contronatura, ignorando altresì che il 17 maggio 1990 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha cancellato l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali.

Rael è il Fondatore di Aramis (Associazione Raeliana Minoranze Sessuali), che rappresenta un ramo del Movimento Raeliano [www.rael.org] ed è composto da gay, lesbiche, bisessuali, e transessuali che vivono nel massimo rispetto i loro sentimenti e la loro libertà sessuale poiché (secondo la filosofia Raeliana) “l’orientanento sessuale è genetico, come lo è il colore degli occhi o della pelle.”

Campagna di sensibilizzazione promossa da Aramis Italia
www.raeliangay.org