Rael conferisce a Mordechai Vanunu il titolo di Guida onoraria dell'umanità


11 giu, 2011
 Nessuno    Medio Oriente

LAS VEGAS, 21 maggio - Rael, fondatore del Movimento Raeliano Internazionale (www.rael.org), ha conferito a Mordechai Vanunu il titolo di Guida onoraria dell'umanità come riconoscimento alla sua battaglia venticinquennale per un Medio Oriente libero dalla minaccia nucleare


LAS VEGAS, 21 maggio - Rael, fondatore del Movimento Raeliano Internazionale (www.rael.org), ha conferito a Mordechai Vanunu il titolo di Guida onoraria dell'umanità come riconoscimento alla sua battaglia venticinquennale per un Medio Oriente libero dalla minaccia nucleare.

Vanunu, un tecnico nucleare israeliano, nel 1986 portò a conoscenza un organo d'informazione inglese dei piani nucleari d'Israele, rendendo così publiche delle informazioni top secret.

Il governo israeliano narcotizzò, rapì e condannò Vanunu a 18 anni di prigione, la maggior parte dei quali li trascorse in isolamento.

“Questo gli accadde perchè si batteva per un mondo libero dalla minaccia nucleare”, ha dichiarato Leon Mellul, Gran Rabbino del Movimento Raeliano Israeliano. Mordechai Vanunu è un uomo esemplare.

Egli ha dedicato tutta la sua vita alla pace, a rischio della sua stessa vita. Ci sono troppe poche persone come lui”.

Leon Mellul ha aggiunto che Rael ha insignito del titolo di Guida onoraria dell'umanità solo poche persone.

“Ogni Guida onoraria ha dedicato la propria vita al miglioramento dell'umanità attraverso le proprie altruistiche azioni, spesso correndo gravi rischi personali, come nel caso di Mordechai Vanunu”, ha affermato Leon Mellul.

Egli ha poi spiegato la natura di questi rischi.

“Tanto è forte il suo impegno a favore della pace, che egli sta cercando da anni di ottenere la revoca della propria cittadinanza israeliana”, ha spiegato Leon Mellul.

“Egli non vuol essere considerato cittadino di un Paese che utilizza la tecnologia nucleare per scopi distruttivi, tanto più che Israele ha recentemente varato una legge che autorizza la revoca della cittadinanza israeliana a coloro che sono stati condannati per spionaggio e tradimento.

Quindi, a maggior ragione, Mordechai Vanunu si è appellato ancora una volta al governo israeliano perchè la sua cittadinanza venga revocata”.

Rael e il Movimento Raeliano stanno da tempo incoraggiando le persone di tutto il mondo a chiedere che cessi la costruzione di tutti gli armamenti nucleari e che ci si avvii alla loro distruzione.

I Raeliani chiedono, altresì, che venga adottato un nuovo calendario che conti gli anni a partire dall'inizio dell'era nucleare (www.icacci.org).

“Da 20 anni, il Movimento Raeliano sta facendo richiesta presso le Nazioni Unite perchè abbandonino il tradizionale calendario che si basa sulle date cristiane”, ha spiegato Leon Mellul. “Vogliamo che le Nazioni Unite adottino un nuovo calendario internazionale che riconosca la data del 6 agosto 1945 come il primo giorno dell'anno 'uno', perchè fu proprio in quel giorno che per la prima volta l'energia nucleare fu utilizzata per scopi distruttivi, sulla città di Hiroshima”.

Leon Mellul ha poi sottolineato che da 37 anni Rael afferma che l'umanità è entrata in una nuova e cruciale era, proprio in corrispondenza di quella data.

“Rael spiega che si tratta di un'era che segnerà la fine dell'umanità se non sopprimiamo le nostre tendenze violente”, conclude Leon Mellul. Modificando così il calendario, l'umanità si ricorderà ogni giorno dell'assoluta necessità di un completo disarmo nucleare in tutto il mondo”.