Rael auspica una massiccia campagna di sbattezzo in Africa


09 ott, 2009
 Nessuno    Africa

Campagna di sbattezzo in Africa per contrastare il programma di evangelizzazione da parte di Papa Benedetto XVI


Campagna di sbattezzo in Africa per contrastare il programma di evangelizzazione da parte di Papa Benedetto XVI

LAS Vegas, 6 ottobre - In occasione del sinodo dei Vescovi africani, Papa Benedetto XVI ha dichiarato, secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, che sebbene il periodo del colonialismo sia terminato, il mondo sviluppato sta ancor oggi esportando delle "tossiche tossine spirituali" sotto forma di materialismo. Ha inoltre affermato che vi è l'impellente bisogno di un evangelismo cattolico in Africa per combattere questa nuova forma di colonizzazione.


"Ciò di cui c'è urgente bisogno è esattamente il contrario", ha commentato il Maitreya Rael, fondatore e leader spirituale del Movimento Raeliano Internazionale". Quello di cui Kama (l'originale nome pre-coloniale con cui i nativi chiamavano l'Africa) ha davvero bisogno è una massiccia campagna di sbattezzo per salvare le persone dall'influenza delle religioni dei colonizzatori, in particolar modo dal Cristianesimo".

Ha inoltre aggiunto che sebbene la decolonizzazione politica dell'Africa sia stata "parzialmente realizzata", la sua liberazione spirituale si deve ancora compiere.

“Quello che è veramente urgente è il bisogno di una decolonizzazione spirituale", ha dichiarato il Maitreya Rael. "Le persone di Kama devono apostatare dal Cristianesimo, una religione che insulta la memoria dei loro antenati. Essi non possono riposare in pace perché osservano i loro discendenti praticare la religione dei colonizzatori, che li conquistarono con la violenza e con gran spargimento di sangue, convertendoli poi al Cristianesimo allo stesso modo".

Egli ha esortato gli Africani a riabbracciare le loro religioni pre-coloniali e ad abbandanare il Cristianesimo.

"Questo è l'unico modo che hanno per compiacere i loro antenati che li stanno osservando“, ha dichiarato il Maitreya Rael. La decolonizzazione spirituale di Kama è una condizione indispensabile per il futuro sviluppo di questo continente. Mao Tse Tung aveva già capito questo principio: egli guidò la rivoluzione culturale che si è rivelata poi indispensabile per portare la Cina al suo attuale status di superpotenza".

La filosofia Raeliana, che ha molti seguaci in Kama, spiega che ogni forma di vita sulla Terra fu creata scientificamente da esseri umani molto evoluti provenienti da un altro pianeta. La maggior parte delle religioni pre-coloniali conferma il messaggio raeliano circa le nostre origini, in quanto esse parlano chiaramente di "coloro che ci crearono, vissero insieme a noi e fecero poi ritorno alle stelle".