Rael applaude quegli scienziati che propongono l'edificazione di “mega-citta” che si sviluppino in verticale piuttosto che in orizzontale


11 lug, 2012
 Nessuno    Tecnologia

LAS VEGAS, 6 luglio - Rael, leader spirituale del Movimento Raeliano Internazionale (MRI), ha rilasciato oggi una dichiarazione congratulandosi con gli scienziati che si sono detti favorevoli alla costruzione di città più alte, piuttosto che più ampie, per fronteggiare l'aumento della popolazione mondiale


LAS VEGAS, 6 luglio - Rael, leader spirituale del Movimento Raeliano Internazionale (MRI), ha rilasciato oggi una dichiarazione congratulandosi con gli scienziati che si sono detti favorevoli alla costruzione di città più alte, piuttosto che più ampie, per fronteggiare l'aumento della popolazione mondiale.

Egli ha detto che la proposta del Dr. Karen Seto di Yale e del Dr. Michail Fragkias dell'Arizona per un'espansione verticale, anziché orizzontale, delle città “è esattamente ciò che gli scienziati extraterrestri che ci hanno creato, gli Elohim, raccomandano nel loro messaggio del 1973 ed è ciò che fanno sul loro pianeta” (a questo proposito, visitare il sito www.rael.org).

“Il recente vertice di Rio+20, con tutti i suoi teatrini e documenti non vincolanti, ha dato scarsa attenzione al lavoro svolto da scienziati come Seto e Fragkias”, ha affermato Brigitte Boisselier, portavoce del MRI. “Essi hanno presentato delle prove documentate sui pericoli delle città in continua espansione, e stanno proponendo la stessa soluzione che Rael raccomanda di adottare da quasi 40 anni”.

Alla conferenza 'Planet Under Pressure' tenutasi a Londra in vista del Summit di Rio+20, Seto e Fragkias hanno mostrato come la conversione delle terre emerse per uso urbano sia uno degli effetti più irreversibili dell'impatto umano sulla biosfera globale.

“Secondo la loro presentazione, la crescente urbanizzazione conduce alla perdita di terreni coltivabili, influenza il clima locale, frantuma l'ambiente e minaccia la biodiversità”, ha detto la Dr.ssa Boisselier.

"Essi hanno riferito che in tutte le regioni e per tre decenni, i tassi di espansione del territorio urbano sono stati pari o superiori ai tassi di crescita della popolazione urbana, suggerendo che la crescita urbana sta diventando sempre più ampia piuttosto che compatta. E secondo i loro calcoli, entro il 2030, verranno trasformati in paesaggio urbano ancora 1.527.000 chilometri quadrati di territorio rurale .

Ecco perché stanno invocando città a più alta densità di popolazione, città che si espandano in altezza piuttosto che continuino a divorare sempre più territorio”.

La Dr.ssa Boisselier ha poi citato un estratto del Messaggio che gli Elohim hanno trasmesso a Rael, che comprende una descrizione del modo in cui è organizzata una popolazione di 7 miliardi sul loro pianeta:
“Le nostre città [degli Elohim] hanno una popolazione media di circa 500.000 persone, distribuite su un'area molto piccola. Una nostra città è infatti una grande casa situata su un'altura, all'interno della quale le persone possono svolgere tutte le attività che desiderano. Queste case-città si sviluppano per circa un chilometro in altezza e in larghezza, e sono attraversate in tutte le direzioni da onde utilizzate per spostarsi.

S'indossa una cintura e ci si collega a una corrente d'onda, che ci trasporta molto rapidamente dove si desidera andare”.

"Le nostre città hanno la forma di un cubo, in modo che non divorino la campagna, come invece accade dove voi vivete. Infatti, una delle vostre [della Terra] città con, ad esempio, una popolazione di circa 500.000 abitanti, si estende su una superficie 20 volte maggiore rispetto ad una delle nostre.

Il risultato è che quando volete andare in campagna, dovete viaggiare per molte ore, mentre nel nostro caso ci vogliono poche decine di secondi. Un solo architetto concepisce una città intera, in modo che possa essere piacevole per gli occhi e si armonizzi perfettamente con il paesaggio che la circonda”.