Elohimleaks: Rael rivela la minaccia rappresentata dal complotto israeliano


26 ago, 2015
 Nessuno    Medio Oriente

LAS VEGAS, 24 AGOSTO - Dopo la rivelazione del 6 agosto scorso nella quale annunciava la fine della protezione dello Stato di Israele da parte degli Elohim, l’avanzata civiltà extraterrestre che ha creato ogni forma di vita sulla Terra, Rael - leader spirituale del Movimento Raeliano - ha deciso di rendere pubbliche ulteriori rivelazioni in un comunicato rilasciato oggi dal Movimento Raeliano Internazionale (MRI).


ElohimLeaks_2a_672x480.jpg

Rael3LAS VEGAS, 24 AGOSTO - Dopo la rivelazione del 6 agosto scorso nella quale annunciava la fine della protezione dello Stato di Israele da parte degli Elohim, l’avanzata civiltà extraterrestre che ha creato ogni forma di vita sulla Terra, Rael - leader spirituale del Movimento Raeliano - ha deciso di rendere pubbliche ulteriori rivelazioni in un comunicato rilasciato oggi dal Movimento Raeliano Internazionale (MRI).

Il loro contenuto riguarda ciò che un portavoce del MRI ha definito "la grave minaccia rappresentata dall'attuale leadership mondiale e specialmente da quella Israeliana".

"D'ora in poi, con questo titolo, pubblicherò immediatamente le più recenti informazioni che ricevo dagli Elohim riguardo a ciò che sta succedendo sulla Terra nell’ambito dei servizi più segreti dei vari governi. Coloro che governano questo pianeta devono sapere che gli Elohim ci osservano e sanno tutto. Nessuna informazione top secret e nessun segreto di stato da parte di qualunque governo può essere loro nascosto".

Egli ha affermato di aver ricevuto le seguenti informazioni direttamente dagli Elohim:

"Membri del governo israeliano, al fine di contrastare la diffusa simpatia esistente nel mondo verso Gaza e le sofferenze dei Palestinesi, stanno pensando di organizzare un attacco sotto falsa bandiera a Tel Aviv o Gerusalemme, durante il quale una potente bomba ucciderà migliaia di cittadini israeliani. La colpa verrà poi addossata ad un terrorista palestinese, in realtà un paziente psichiatrico manipolato con le più recenti tecniche di controllo mentale, per fargli credere di aver ricevuto ordini diretti dal suo dio".

"A quel punto uomini degli stessi servizi segreti israeliani, mascherati da membri di Hamas, gli forniranno un enorme quantitativo di esplosivo e gli daranno accesso al luogo dell' "attacco terroristico", probabilmente uno stadio sportivo o un altro evento in grado di radunare migliaia di persone".

"Questi alti funzionari del governo israeliano sono disposti a sacrificare migliaia di loro concittadini allo scopo di fermare il mondo dal parteggiare per i Palestinesi di Gaza, e dare quindi il via ad un nuovo devastante attacco genocida contro di essi, a cui seguirebbe un'evacuazione forzata di tutti i sopravvissuti "per la loro stessa protezione" verso un paese Arabo alleato che possa accoglierli, e l’annessione totale di tutti i loro territori ad Israele".

Il 22 agosto, Rael ha trasmesso una rivelazione aggiuntiva:

"Visto che Israele controlla la maggior parte delle forniture d’acqua nei territori Palestinesi, l’esercito Israeliano sta studiando la possibilità di avvelenare quest’acqua con malattie altamente contagiose. Quindi, dopo l’insorgenza di un focolaio epidemico che ucciderà migliaia di persone, l’esercito Israeliano verrà inviato per "aiutare la popolazione" con medicine e vaccini inefficaci creati ad hoc, per dare un’immagine positiva di Israele come “salvatore” del povero popolo palestinese, mentre in realtà sta mettendo in atto un vero e proprio genocidio mascherato da focolaio di malattie conosciute. In realtà si tratterà di una malattia concepita dall’uomo ma che genererà gli stessi sintomi di malattie ben conosciute, e i media propagheranno la bugia ufficiale senza fare nessuna inchiesta".

"Il solo timore dell’esercito d’Israele è che certi batteri o patologie possano divenire trasmissibili per via aerea, e questo potrebbe uccidere anche molti cittadini israeliani. Essi stanno lavorando su un vaccino che dovrebbe diventare obbligatorio per i cittadini israeliani e che verrà presumibilmente creato per proteggerli da focolai epidemici ben conosciuti in Palestina, mentre in effetti verrà specificamente ideato per prevenire questa malattia creata dall’uomo. E questo vaccino sarà diverso da quello inefficace che verrà somministrato ai Palestinesi. Tutti i Palestinesi dovrebbero astenersi dal bere l’acqua fornita da Israele, e preferire le piccole quantità d’acqua di origine palestinese o quella in bottiglia".

Rael ha anche riferito che i piani di guerra batteriologica non si limitano soltanto al Medio Oriente:
"Gli eserciti di Stati Uniti, Israele e di qualche altro paese della NATO, stanno lavorando ad un progetto top secret di genocidio batteriologico a livello mondiale, e questo senza alcuna dichiarazione di guerra. Il loro progetto è quello di diffondere malattie create dall’uomo che uccideranno tutta la popolazione non-bianca e non-ebraica. La diffusione è molto semplice da attuare, poiché il materiale può essere spedito facilmente ed in piccole quantità assieme a partite di normale cibo o altre materie prime. L’agente batteriologico potrà colpire soltanto la popolazione non-bianca o non-ebraica. Esiste però una piccola problematica da risolvere per il governo israeliano, visto che la maggioranza dei Palestinesi sono in realtà veri ebrei dal punto di vista genetico, poiché i loro antenati erano ebrei. Al contrario, la maggior parte degli Israeliani non hanno i tratti genetici dei veri ebrei poiché in realtà discendono da genti dell’Europa centrale che si sono convertite al giudaismo".

"La soluzione, che però si rivela più difficoltosa, sarebbe quella di avere a disposizione una malattia che uccida tutti, ma la cosa richiede che l’intera popolazione bianca ed ebraica venga vaccinata. Evidentemente questa vaccinazione verrebbe mascherata come prevenzione per malattie ben conosciute, quali colera o febbre tifoide, ecc... La popolazione bianca e quella ebraica verrebbero forzatamente ed obbligatoriamente vaccinate con il pretesto di proteggere l’Umanità".

"Un falso vaccino (inefficace) verrebbe inviato, sotto la maschera dell’ “atto umanitario”, a tutte le nazioni non-bianche e potrebbe contenere alcuni principi attivi che renderebbero la malattia ancora più letale. Gli eserciti di Stati Uniti ed Israele hanno già iniziato a testare queste “armi” in Africa, e, molto recentemente, in Siria, e testeranno anche le vere e le false medicine. Lo scopo ultimo di Stati Uniti, Israele ed altri paesi della NATO, è un mondo senza neri, arabi e asiatici, dove essi potrebbero costruire un nuovo impero senza venire disturbati da alcuna popolazione locale e senza giungere ad una guerra nucleare che rischierebbe di distruggere il pianeta intero".


 




Questa notizia è daRaelianews
http://it.raelianews.org/elohimleaks-rael-rivela-la-minaccia-rappresentata-dal-complotto-israeliano.html