Rael plaude la partenza dell'ex presidente del Burkina Faso ed auspica una rapida apertura dell'ospedale di Clitoraid per le vittime di MGF


16 nov, 2014
 Nessuno    Africa

Ouagadougou, 5 NOVEMBRE - Rael, leader spirituale del Movimento Raeliano Internazionale (MRI) è felice di vedere l'ex-presidente Blaise Compaoré lasciare il suo ufficio in Burkina Faso, secondo una dichiarazione rilasciata dal MRI.


rael_tako1.jpg

Ouagadougou, 5 NOVEMBRE - Rael, leader spirituale del Movimento Raeliano Internazionale (MRI) è felice di vedere l'ex-presidente Blaise Compaoré lasciare il suo ufficio in Burkina Faso, secondo una dichiarazione rilasciata dal MRI.

"È giunto il momento per questo dittatore, così sottomesso al Vaticano e alle potenze ex-coloniali (specialmente la Francia) di andarsene e di essere sostituito da un vero leader kamano (il termine indigeno per africano) che butti fuori a calci le potenze occidentali dal Burkina Faso", ha detto.

Brigitte Boisselier, PhD, portavoce del Movimento Raeliano, ha aggiunto:

"L'alleanza di Compaore con la Francia e il Vaticano è probabilmente alla base del rifiuto da parte del governo del Burkina Faso di rendere operativo l'ospedale Kamkasso di Clitoraid. Ispirato da Rael, finanziato da Clitoraid e costruito in Bobo-Dioulasso per assistere le vittime di mutilazioni genitali femminili, questa struttura è pronta ad aprire i battenti da oltre un anno. Ma il ministro della Salute ha ignorato le nostre richieste, quando invece il paese ha disperatamente bisogno di tali servizi. È un chiaro esempio di come l'ex-presidente abbia soprasseduto alle esigenze del suo popolo in favore della sua agenda politica".

Rael ha anche formulato specifiche raccomandazioni:

"La nuova autorità del Burkina Faso dovrebbe chiedere alla Svizzera di bloccare tutti i conti bancari appartenenti a Blaise Compaoré", ha detto. "Per favorire gli interessi neo-coloniali francesi, potrebbe aver ricevuto una quantità enorme di denaro dalla Francia, il suo ex-padrone coloniale".

Facendo riferimento ai comandanti militari ora al potere in Burkina Faso, ha dichiarato: "Un esercito non deve mai guidare un paese, ovunque sulla Terra. Gli eserciti non sono eletti e si suppone debbano difendere i paesi dalle aggressioni straniere, non imporre alcuna forma di ordine sui civili. Quando lo fanno, ciò porta sempre a dittature terribili".

Durante le sue visite in Kama, Rael ha raccomandato di abolire i confini coloniali al fine di creare una nuova entità politica, i Regni Uniti di Kama.

"Tutti i leader tradizionali di Kama dovrebbero unirsi e condurre i loro popoli in seno ad una confederazione pacifica, basata sul rispetto in tutto il continente delle tribù e dei costumi originari. Così facendo, verrebbero soppressi tutti gli attuali conflitti locali, che sono la conseguenza di confini arbitrari stabiliti dai colonizzatori", ha detto


 




Questa notizia è daRaelianews
http://it.raelianews.org/rael-plaude-la-partenza-dellex-presidente-del-burkina-faso-ed-auspica-una-rapida-apertura.html