Rael sostiene le linee guida dell’UNESCO riguardo ad una precoce educazione sessuale fin dalla prima infanzia


12 giu, 2015
 Nessuno    Mondo

LAS VEGAS, 5 giugno - Rael, leader spirituale del Movimento Raeliano, rinnova il proprio sostegno alla relazione dell’UNESCO (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura) in merito a una precoce educazione sessuale impartita fin dalla prima infanzia.


sexed70.jpg

LAS VEGAS, 5 giugno - Rael, leader spirituale del Movimento Raeliano, rinnova il proprio sostegno alla relazione dell’UNESCO (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura) in merito a una precoce educazione sessuale impartita fin dalla prima infanzia. Il documento sarà rilasciato entro la fine di luglio ai governi, agli enti locali e agli enti formativi in tutto il mondo.

Nel 2009, quando la pubblicazione iniziale del rapporto sollevò la protesta internazionale, Rael si schierò a suo favore.

"Questo accurato documento scientifico esprime esattamente i valori insegnati dalla filosofia del Movimento Raeliano", dichiarò in un secondo momento.

Ora che la versione finale del rapporto è ormai pronta per la distribuzione a livello internazionale, Rael ha ribadito ancora una volta il proprio supporto all’iniziativa con un comunicato diffuso oggi dal Movimento Raeliano Internazionale (MRI).

"Queste meravigliose raccomandazioni scientifiche sono perfettamente in linea con gli insegnamenti raeliani, cosi come ci sono stati trasmessi dagli scienziati extraterrestri che ci hanno creato", ha detto. "Ciò dovrebbe definitivamente zittire coloro che hanno criticato il Movimento Raeliano, affermando che la nostra proposta di un’educazione sessuale universale promuove la pedofilia".

"I Raeliani vengono spesso criticati per la loro posizione radicale in merito all’educazione sessuale", ha spiegato Brigitte Boisselier, portavoce del MRI e PhD. "Ma questo rapporto dell'UNESCO si basa su 80 diversi studi condotti da esperti in vari campi scientifici e tutti concordano con noi sul fatto che i bambini dovrebbero ricevere una precoce educazione sessuale e informazioni inerenti la masturbazione fin dai primi anni della loro vita, allo scopo di prevenire malattie sessuali e abusi. Siamo entusiasti all’idea che degli esperti di riconosciuta fama e l’UNESCO abbiano ridotto al silenzio i nostri critici, sostenendo la nostra posizione".

I Raeliani hanno in programma di organizzare una campagna mondiale per promuovere le conclusioni contenute nella relazione dell'UNESCO.

"Faremo in modo che le nostre azioni coincidano con la pubblicazione ufficiale del rapporto", ha detto la Boisselier.

Clemence Linard, educatrice sessuale e Guida raeliana, ne conviene.

"La nostra campagna mirerà a contrastare le reazioni conservatrici, spiegando i benefici che una precoce educazione sessuale può apportare", ha detto. "Nascondere la realtà ai bambini conduce sempre a traumi o devianze. La missione raeliana è quella di accrescere la consapevolezza circa l’origine dei traumi, tra cui possiamo annoverare la credenza nel mito di Dio, la credenza in nostri antenati scimmieschi, l’idea che il sesso sia qualcosa di sporco e che alcune parti del corpo debbano essere nascoste. Questo rapporto dell'UNESCO è l'occasione perfetta per confutare queste dannose credenze e ridurre il trauma cagionato a così tanti bambini piccoli quando viene loro proibito di toccare i propri genitali. Alcuni di loro sono anche vittime di mutilazioni genitali, cosa che rende doloroso anche il solo toccarsi. Questa relazione dell'UNESCO è una questione prioritaria per tutta l'umanità".


 




Questa notizia è daRaelianews
http://it.raelianews.org/rael-sostiene-le-controverse-linee-guida-dellunesco-riguardo-ad-una-precoce-educazione-sessuale-fin.html