I Raeliani di Montreal sostengono la Rivoluzione della Gioventù


15 giu, 2012
 Nessuno    Nord America

Lo scorso 22 maggio, più di 300 mila persone sono scese nelle strade di Montreal per sostenere le centinaia di migliaia di studenti attualmente in sciopero e per protestare contro le assurde decisioni prese dal Governo del Quebec.


montreal2.png

Lo scorso 22 maggio, più di 300 mila persone sono scese nelle strade di Montreal per sostenere le centinaia di migliaia di studenti attualmente in sciopero e per protestare contro le assurde decisioni prese dal Governo del Quebec. Tra di essi, erano presenti decine di Raeliani per portare loro solidarietà e un filo di speranza.

Secondo i leader politici, stiamo vivendo un periodo di crisi. E per risolvere questa cosiddetta crisi, il governo provinciale in Quebec ha recentemente varato una legge speciale che non soltanto limita le proteste ma che, in senso più ampio, risulta essere un attacco a quei diritti fondamentali come quello di tenere degli incontri, la libertà di espressione e la libertà di protestare in modo pacifico. Quando si sente che c’è una crisi, la prima cosa che si cerca di fare è quella di trovare un rimedio, e il rimedio che hanno scelto di adottare è quello d'istituire un vero Stato di polizia. Sono già stati arrestati migliaia di giovani e la violenza e la brutalità commesse contro di loro non ha precedenti. Ma i giovani rimangono forti e determinati: “Continueremo ad andare avanti, non indietro”, gridavano. Alcuni leader studenteschi, ispirati da Gandhi e Martin-Luther King, hanno persino proclamato una disobbedienza civile. Infatti, hanno realizzato un sito in cui invitano tutti a esprimere online la propria disobbedienza (www.arretezmoiquelquun.com).

Quanti ci guidano, con la loro solita lampante mancanza di visione, rilasciano false dichiarazioni circa questa situazione e sono completamente dissociati dalla realtà. Di conseguenza, moltiplicano i loro errori. Quello di cui siamo testimoni non è una crisi, ma una rivoluzione. E questa rivoluzione va ben oltre le proteste degli studenti e i loro scioperi contro l’aumento delle tasse scolastiche in Quebec. Questa rivoluzione è parte di un più ampio movimento di protesta in tutto il mondo, un movimento globale che si diffonde al grido di “non lo sopporto più” contro la corruzione e la schifosa eredità trasmessa alle giovani generazioni. I giovani del Quebec non solo dicono “no” all’attuale conto scolastico, ma dicono anche “no” al conto complessivo accumulato dalle generazioni passate. E HANNO RAGIONE! E NON SONO SOLI. Le loro azioni non sono diverse da quelle portate avanti dall’Occupy Movement, dalla mega protesta in Spagna e in Grecia, così come da quella nei Paesi arabi (nota come la Primavera Araba). Qui parliamo della primavera dell’Acero. Quello che serve più di ogni altra cosa a questa giovane generazione per rimettere insieme i cocci rotti dai loro predecessori e per ripulire questo enorme mucchio di rifiuti che le è stato lasciato in eredità, è L’EDUCAZIONE. In verità, solo la conoscenza, la scienza e la tecnologia permetteranno alle attuali generazioni di porre rimedio agli errori fatti da coloro i quali non avevano una visione, agivano in nome dell’egoismo, continuano a contaminare il nostro bel pianeta e vogliono adesso che le giovani generazioni paghino il conto dei loro errori e abusi. La gioventù può essere giovane, ma non stupida. E gli attuali leader, quelli che detengono posizioni di potere, stanno ora comprendendo tutto ciò.

Diversi anni fa, il Maitreya Rael ha parlato di una rivoluzione della gioventù. Ha predetto il ritorno di un movimento “Peace and Love”, simile al movimento “Peace and Love” degli anni ’60. Quella profezia si sta realizzando davanti ai nostri occhi. E mentre molti sono preoccupati del futuro e si chiedono come risolveremo tutti questi problemi, noi Raeliani ci rallegriamo poiché, ancora una volta, l’ultimo dei Profeti aveva ragione! Ecco perché ovunque nel mondo i Raeliani sono nelle piazze, nel cuore della rivoluzione, per proporre LA soluzione: il PARADISMO! Grazie a ciò, possiamo sentire una nuova energia invaderci perché abbiamo atteso questi momenti profetici per molto tempo!

Daniel Chabot, Guida Raeliana del Canada


 




Questa notizia è daRaelianews
http://it.raelianews.org/i-raeliani-di-montreal-sostengono-la-rivoluzione-della-gioventu.html