Rael afferma che "il mito di Dio è la droga più pericolosa"


14 mag, 2008
 Nessuno    Filosofia

In occasione del 40° anniversario dell'Enciclica della Chiesa cattolica in materia di sessualità, contraccezione e metodi di procreazione artificiale, Papa Benedetto XVI ha dichiarato che "il sesso può diventare come una droga".


Pop Cartoon Copy In occasione del 40° anniversario dell'Enciclica della Chiesa cattolica in materia di sessualità, contraccezione e metodi di procreazione artificiale, Papa Benedetto XVI ha dichiarato che "il sesso può diventare come una droga".

Egli si è detto preoccupato che il sesso possa "trasformarsi in una droga che un partner voglia pretendere anche contro la volontà dell'altro". La prima cosa che viene da chiederci è se egli abbia imparato queste nozioni sulla dipendenza sessuale dalle migliaia di preti pedofili o dai clerici che hanno abusato delle suore...

La possibilità di dipendenza dal sesso è ben documentata. Come qualsiasi altro piacere, il piacere sessuale può trasformarsi in una vera e propria dipendenza per un individuo dal cervello non equilibrato, specialmente se tale piacere gli è impedito. Ma gli esperti sono anche concordi nell'affermare che praticare una salutare attività sessuale renda con ogni probabilità un individuo armonioso e ben lungi dal manifestare comportamenti di dipendenza. Se un partner avanza delle pretese sessuali sull'altro, probabilmente è perché gli è stato detto dal suo prete che ha diritto ad avere solamente quel partner ; -) Una salutare vita sessuale comprede la capacità di poter avere diversi partner, se la propria libido lo richiede. Non c'è niente di sbagliato in ciò ed i preti cattolici dovrebbero beneficiare essi stessi di questa possibilità, se non altro allo scopo di salvare dei bambini da possibili molestie.

Ma parlando di dipendenza, Rael ha fatto notare che che la credenza in un Dio soprannaturale ed onnipotente è una droga molto più pericolosa del sesso. "Il sesso non crea le guerre, le religioni sì. Milioni di persone furono uccise e torturate da questi credenti in Dio e purtroppo ciò continua ad accadere ancor'oggi, non solo nei paesi musulmani ma anche nei paesi cristiani, prova ne sono le torture che gli Stati Uniti infliggono ai propri prigionieri musulmani. Il mito di Dio è LA droga più pericolosa".

 




Questa notizia è daRaelianews
http://it.raelianews.org/150.html