Nord America

Il chirurgo primario di Clitoraid eseguirà a San Francisco interventi di riparazione del clitoride su vittime di mutilazioni genitali


25 feb, 2013
 Nessuno    Nord America

one_billion_rising.jpg

In collaborazione col movimento 'One Billion Rising', il cui obiettivo è porre fine alla violenza sulle donne in tutto il mondo.

In collaborazione col movimento 'One Billion Rising', il cui obiettivo è porre fine alla violenza sulle donne in tutto il mondo.


Oggi, 14 Febbraio 2013, Clitoraid, organizzazione no-profit che assiste le vittime di mutilazioni genitali femminili (FGM) sostiene e partecipa all'appello internazionale per porre fine alla violenza sulle donne “One Billion Rising” insieme al "V-Day", il Movimento lanciato da Eve Ensler ".


“A San Francisco, il nostro chirurgo primario, la dr.ssa Marci Bowers, M.D., eseguirà operazioni chirurgiche di riparazione del clitoride su due vittime di FGM nell'ospedale San Mateo Clinic", ha dichiarato Nadine Gary, direttrice delle comunicazioni di Clitoraid e Guida Raeliana.

Secondo quanto ha riportato la Gary, la dr.ssa Bowers, rinomata nell'ambito delle operazioni di cambio del sesso, opera come medico volontario per Clitoraid dal 2009.

"Ad oggi ha operato quasi 40 pazienti vittime di MGF, e nel mese di ottobre si recherà in Burkina Faso, nell’Africa Occidentale, per l'apertura del nostro nuovo ospedale", ha continuato la Gary.
"Da quel momento inizierà ad operare le più di 400 vittime di MGF che sono attualmente in lista d'attesa per l'intervento chirurgico di riparazione del clitoride."

La Gary ha detto che l'evento di oggi “One Billion Rising” è una occasione perfetta per i volontari di Clitoraid per mobilitarsi e ballare.

"Questo è particolarmente vero per la nostra squadra in Burkina Faso, riunito in quello che noi chiamiamo il nostro 'Ospedale del Piacere', il luogo in cui, a partire da ottobre, la Dr.ssa Bowers e gli altri volontari aiuteranno le vittime di MGF, ha aggiunto la Gary.

Ha poi citato alcune statistiche allarmanti riguardo le violenze sulle donne.

"Oggigiorno una donna su tre - per un totale di un miliardo di donne in tutto il mondo - viene violentata o picchiata nel corso della sua vita, e ogni 6 minuti una bambina subisce una mutilazione genitale," ha detto. "Dobbiamo porre fine a queste atrocità. Pertanto oggi, 14 febbraio, in occasione del 15° anniversario del V-Day, i sostenitori di Clitoraid di tutto il mondo si uniscono a quel miliardo di donne maltrattate e a coloro che le amano. Camminiamo, balliamo, e sopratutto, ci mobilitiamo per chiedere la fine di ogni sopruso."

"Clitoraid ha sempre sostenuto gli sforzi della Ensler per porre fine alla violenza contro le donne", ha aggiunto la Gary.

"L'abbiamo applaudita per la creazione di case sicure in Kenya al fine di proteggere le ragazze e le donne che hanno scelto di abbandonare le loro case piuttosto che diventare vittime di MGF," ha detto la Gary, aggiungendo che la partecipazione di Clitoraid a "One Billion Rising" include anche azioni di sensibilizzazione sul lavoro svolto da Clitoraid attraverso l'organizzazione di eventi speciali.

"Stiamo organizzando eventi in questa direzione negli Stati Uniti, in Canada, in paesi Europei come Francia, Svizzera, Italia, in Australia, in Sud America e nel Sud-Est Asiatico, dove in Indonesia un gran numero di vittime potenziali sono ad alto rischio di FGM" ha concluso la Gary.