Aumenta la percentuale di crimini violenti in USA


04 giu, 2007
 Nessuno    Insegnamenti

L'FBI ha annunciato oggi che i crimini violenti negli USA sono aumentati per il secondo anno consecutivo.


Us NavyL'FBI ha annunciato oggi che i crimini violenti negli USA sono aumentati per il secondo anno consecutivo. Nel 2006 sono stati dichiarati un numero maggiore di omicidi e furti rispetto all'anno precedente, con un
incremento alle voci "bande, violenza giovanile, crimini di arma da fuoco e - in parte minore - abusi da parte della polizia".

Dobbiamo davvero puntare il dito contro la mancanza di polizia o potrebbe essere il risultato dell'esempio violento mostrato dall'amministrazione Bush?

Ecco quello che RAEL ha dichiarato oggi:

"Come ho 'profetizzato' subito dopo l'invasione dell'Iraq, questa è la conseguenza della politica di Bush. Ed è solamente l'inizio. La
situazione peggiorerà ulteriormente quando i veterani torneranno a casa ed inizieranno a manifestare i terribili comportamenti appresi durante la cruenta ed illegale occupazione dell'Iraq, facendo di loro dei criminali che pensano che la violenza sia il solo modo per ottenere quello che vogliono.
L'Iraq e l'Afghanistan sono stati per questi giovani una "università della violenza" ed applicheranno immediatamente l'insegnamento ricevuto al loro ritorno a casa. Ci vorranno anni di una politica di pace e d'amore per riportare tutto alla normalità, al prezzo però di veder rinchiusa in un carcere a vita buona parte di questa 'generazione perduta'. Numerosi saranno gli innocenti civili americani uccisi o handiccapati che si aggiungeranno alle centinaia di migliaia di innocenti civili iracheni ed afghani uccisi o mutilati dalla politica di Bush. Lo stesso Bush dovrebbe essere perseguito per crimini contro l'umanità e per alto tradimento dei valori di pace dei Padri Fondatori del popolo americano".