Ancora un film sulla clonazione


27 ago, 2005
 Nessuno    Tecnologia

Dopo “Il 6°giorno" e “Godsend", ancora una volta un film che parla della clonazione e di un suo ipotetico uso a fini ignobili.


clones.jpg

Dopo “Il 6°giorno" e “Godsend", ancora una volta un film che parla della clonazione e di un suo ipotetico uso a fini ignobili. In questo caso si parla di produzione di copie di esseri umani "senza anima né sentimenti" allo scopo di fornire “pezzi di ricambio" per gli originali, in un contesto studiato appositamente per creare nel pubblico delle paure infondate dal punto di vista scientifico... Non lasciatevi ingannare da quanto profetizza questo film. Non lasciatevi fuorviare... non è questo che ci riserva il futuro!

Grazie alle ricerche sulla clonazione, presto verranno individuate le soluzioni per combattere:

Cancro: sapere perché una cellula specializzata ritorna ad essere totipotente e va in “tilt" rappresenta una tappa chiave nella conoscenza dei meccanismi di cancerizzazione.
Invecchiamento: come può una vecchia cellula ritornare giovane? Come invertire la meccanica dell’orologio biologico? Ci sono oggi nel mondo centinaia di scienziati che lavorano nei laboratori di biologia per svelare il segreto dell’eterna giovinezza.

Si scopriranno inoltre metodi per:

Rigenerare i Tessuti: avremo presto la possibilità di rigenerare parti deteriorate del corpo umano in occasione di incidente o malattia (cuore, fegato, reni, spina dorsale, cervello) con l’impianto di cellule staminali derivate da clonazione terapeutica.
Coltivare e trapiantare organi: attraverso le ricerche sulla clonazione, sarà possibile creare organi differenziati senza espiantarli da un altro essere umano o addirittura da un clone adulto, come macabramente proposto dal film!

Nonostante le polemiche, le paure ed i moniti che vengono lanciati dalle istituzioni politico-mediatico-religiose allo scopo di frenare la ricerca ed il naturale desiderio umano di conoscenza, nessuno potrà fermare la scienza!

La clonazione, inoltre, sarà il mezzo attraverso il quale l’essere umano otterrà la vita eterna e sconfiggerà la morte e la malattia. Oggi siamo soltanto ai primi passi in questo campo, ma già i nostri scienziati più brillanti ne intravedono le formidabili potenzialità.
Ogni giorno che passa, ci avvicina sempre più a quanto rivelato nel 1973 a Rael dagli Elohim, la civiltà extraterrestre che ha creato ogni forma di vita sul nostro pianeta grazie all’ingegneria genetica e al DNA. È solo grazie alla scienza che faremo di questa Terra un paradiso!