Il Movimento Raeliano sostiene la decisione di un tribunale siciliano che ha affidato la custodia dei figli alla madre lesbica


05 gen, 2011
 Nessuno    Politica

Il Movimento Raeliano applaude la decisione del giudice di Nicosia (Enna) che ha affidato la custodia dei figli ad una madre lesbica e respinto il ricorso del padre, un avvocato palermitano che nel 2005 aveva portato in tribunale le prove della conclamata relazione omosessuale della sua ex-moglie.


thumbmadonn2.jpg Madonnabritney2Il Movimento Raeliano applaude la decisione del giudice di Nicosia (Enna) che ha affidato la custodia dei figli ad una madre lesbica e respinto il ricorso del padre, un avvocato palermitano che nel 2005 aveva portato in tribunale le prove della conclamata relazione omosessuale della sua ex-moglie. Il tribunale ha però sancito che la relazione omosessuale di una madre, laddove non comporti pregiudizio per la prole, non costituisce ostacolo all'affidamento condiviso dei figli.

"Non possiamo che essere soddisfatti per la sentenza del tribunale siciliano, che tutela il benessere dei bambini e garantisce il diritto di una madre a poter educare i propri figli senza essere discriminata per le sue naturali tendenze sessuali", ha dichiarato oggi Marco Franceschini, responsabile per l'Italia del Movimento Raeliano.

Questa ordinanza giunge pochi giorni dopo il discorso pronunciato da Papa Benedetto XVI il 26 dicembre, nel quale egli ha riaffermato che "i bambini hanno bisogno dell'amore del padre e della madre", lasciando così intendere che il divorzio non deve essere considerato un'opzione praticabile.
"E' confortante prendere atto come la nostra società si stia lentamente evolvendo e allontanando sempre più dalle irresponsabili parole di questo leader religioso", sottolinea Franceschini. "Ancora una volta, la sua cieca posizione non può essere più distante dalla verità dei fatti. La sola cosa di cui un bambino ha fondamentalmente bisogno è crescere in un ambiente amorevole ed armonioso, indipendentemente da chi sia in grado di fornire tale humus indispensabile per il suo sviluppo. Non bisogna quindi lasciarsi irretire da quei discorsi che esaltano il ruolo della famiglia tradizionale come l'ambiente ideale per un bambino. Indipendentemente dal fatto che a prendersi cura di lui sia un singolo genitore, una coppia o dei lontani parenti, qualunque sia il loro sesso ed orientamento sessuale, ciò di cui un bambino ha essenzialmente bisogno è vivere in un'atmosfera serena ed equilibrata".

Gli stessi Elohim, i nostri creatori extraterrestri, ci hanno trasmesso una serie di preziosi suggerimenti su quali comportamenti adottare in determinate e particolari circostanze della nostra vita. Nei Messaggi che hanno affidato a Rael, fondatore e leader del Movimento Raeliano, essi sottolineano quanto sia importante l'ambiente all'interno del quale crescere un bambino e raccomandano che due persone si separino nell'armonia, prima che dei sentimenti ostili prendano il sopravvento.

"Ogni essere vivente si evolve, ed è bene così. Se le evoluzioni sono simili, le unioni sono durevoli. Ma se le evoluzioni sono differenti, le unioni non sono più possibili (...) Bisogna separarsi conservando un buon ricordo della vostra unione, anzichè sporcarla con degli screzi che fanno scatenare l'aggressività (...) E non preoccuparti per il tuo bambino: per lui è meglio stare con uno soltanto dei genitori nell'armonia che con entrambi nella discordia, o in un'armonia non perfetta". (Tratto dal libro Il Messaggio degli Extrarrestri, scaricabile gratuitamente dal sito www.rael.org)