Rael: "Per la sua posizione sull'uso del preservativo, Papa Benedetto XVI dovrebbe essere perseguito per crimini contro l'umanità".


30 dic, 2010
 Nessuno    Politica

LAS VEGAS, 27 dicembre - Rael, fondatore e leader spirituale del Movimento Raeliano, ha dichiarato in una nota ufficiale rilasciata questa mattina che Papa Benedetto XVI dovrebbe essere perseguito per crimini contro l'umanità "per la sua decisa presa di posizione contro l'uso del preservativo".


1LAS VEGAS, 27 dicembre - Rael, fondatore e leader spirituale del Movimento Raeliano, ha dichiarato in una nota ufficiale rilasciata questa mattina che Papa Benedetto XVI dovrebbe essere perseguito per crimini contro l'umanità "per la sua decisa presa di posizione contro l'uso del preservativo".

Un portavoce del Movimento Raeliano ha fatto notare che nonostante alcune recenti affermazioni "facessero pensare ad un'apertura da parte del Papa a favore dell'uso del preservativo", il Vaticano si è recentemente affrettato a chiarire la situazione, sottolineando come egli non intendesse dire che i preservativi devono essere utilizzati per impedire la gravidanza.

"In un comunicato diffuso dal Vaticano, la Congregazione della Dottrina della Fede ha detto che il Papa non si riferiva all'uso del profilattico durante i rapporti sessuali tra coppie sposate o come forma di contraccezione", ha spiegato il portavoce raeliano. "Invece, secondo quanto dichiarato, egli avrebbe semplicemente detto che può essere utilizzato in alcuni casi dai prostituti allo scopo di ridurre il rischio d'infezione da HIV.
Nella sua dichiarazione, Rael ha ironizzato sulla posizione del Papa.

"Certo, i preservativi non devono essere utilizzati per prevenire le gravidanze perchè abbiamo bisogno ancora di miliardi di bambini prima di essere presto sovrappopolati", egli ha affermato. "Solo allora potremo guardare miliardi di persone morire di fame, perché non ci sarà cibo a sufficienza per tutti sulla Terra!".

Rael ha inoltre detto che la dichiarazione del Vaticano si è rivelata priva della minima compassione.

''Per quanto ha detto, il Papa dovrebbe essere perseguito per crimini contro l'umanità, cosa che avverrà un giorno!" egli ha aggiunto, sottolineando come milioni di persone muoiano di AIDS "perché sono dei bravi cattolici che prestano ascolto a questo irresponsabile leader religioso".

Il 13 settembre, il Movimento Raeliano Europeo ha intentato a Londra una causa contro Papa Benedetto XVI (ex cardinale Ratzinger) presso l'Alta Corte della Queen's Bench Division. Le accuse mosse comprendono la violazione delle leggi internazionali sui diritti umani e la volontà di perpetrare un genocidio continuando ad affermare che i preservativi non sono efficaci nell'arrestare la diffusione dell'AIDS. I documenti sono ancora in fase di consultazione da parte dell'Alta Corte.