Il Movimento Raeliano dichiara il 27 giugno Giornata Mondiale per la Riabilitazione della Svastica


19 giu, 2010
 Nessuno    Insegnamenti

LAS VEGAS, 15 giugno - Rael, fondatore e leader del Movimento Raeliano Internazionale, ha lanciato l'idea per l'istituzione della Giornata Mondiale per la Riabilitazione della Svastica, fissata per domenica 27 giugno così come annunciato da un comunicato ufficiale rilasciato oggi dal Movimento Raeliano Internazionale.


Symbol50x60LAS VEGAS, 15 giugno - Rael, fondatore e leader del Movimento Raeliano Internazionale, ha lanciato l'idea per l'istituzione della Giornata Mondiale per la Riabilitazione della Svastica, fissata per domenica 27 giugno così come annunciato da un comunicato ufficiale rilasciato oggi dal Movimento Raeliano Internazionale.

"L'immagine di questo antico simbolo di pace, buon auspicio ed armonia è stata macchiata dal criminale uso che ne hanno fatto i Nazisti, a tal punto che oggi è vista con orrore nella maggior parte dei Paesi occidentali" ha affermato Marco Franceschini, responsabile nazionale del Movimento Raeliano in Italia. "Tuttavia, essa non è estranea alla cultura del nostro Paese. Possiamo infatti ritrovarla raffigurata nei siti archeologici di Ercolano e Pompei, nelle necropoli etrusche, nella basilica di Sant'Ambrogio a Milano, sulla pavimentazione di Ostia Antica nei pressi delle rovine del teatro, all'interno del Duomo di Reggio Calabria... e in molti altri luoghi ancora!".
Pare inoltre che la Svastica abbia importanti legami con lo stesso Cristianesimo, essendo rappresentata nel pavimento a mosaico della chiesa della Natività a Betleem.

"Infatti, la Svastica era considerata solo in termini positivi fino a quando non divenne l'emblema del Nazismo", prosegue Franceschini. "Confidiamo nel fatto che l'istituzione della Giornata Mondiale per la Riabilitazione della Svastica le permetta di riacquistare la propria dignità e reputazione, in quanto parte integrante del nostro simbolo raeliano".

Egli lo descrive come costituito da due triangoli intrecciati che rappresentano l'infinito nello spazio, con l'aggiunta di una Svastica al suo interno che rappresenta l'infinito nel tempo.

"Questo straordinario simbolo fu portato sulla Terra dai nostri Creatori, degli scienziati extraterrestri molto avanzati tecnologicamente che vennero sul nostro pianeta migliaia di anni fa e progettarono geneticamente ogni forma di vita presente, incluso l'Uomo che fecero a loro immagine e somiglianza", ha aggiunto Franceschini. "E' per questo motivo che è possibilie ritrovare la Svastica ovunque nel mondo ed in così tante, antiche culture. E' anche presente in templi e santuari asiatici, ma vorremmo veder riabilitata la sua immagine in tutto il mondo".

Franceschini si augura che tutti vogliano partecipare alla Giornata Mondiale per la Riabilitazione della Svastica.

"Ci piacerebbe coordinare le nostre azioni con quelle di tutte le organizzazioni religiose per cui la Svastica rappresenta un simbolo sacro, come ad esempio la religione Induista o Buddista" egli ha dichiarato, sottolinenado il fatto che in Italia l'evento avrà luogo a Roma. Altre iniziative sono in programma a Londra, Lione, Seoul, Tokyo e Sidney.

Per maggiori informazioni, visitare www.proswastika.org.